mercoledì, 27 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Spesa, torna la colletta alimentare

Spesa, torna la colletta alimentare

Il prossimo 28 novembre in programma l’iniziativa del Banco Alimentare, cui parteciperanno migliaia di supermercati e decine di migliaia di volontari in tutta Italia

-

Un pacco di pasta in più, un paio di omogeneizzati anche se non ci sono bimbi a casa e qualche scatola di pelati. Per partecipare alla Colletta Alimentare del prossimo 28 novembre basta poco, ma il risultato può significare tanto per molti.

un sabato speciale

Non sarà un sabato di spesa qualunque, ma un sabato speso pensando al prossimo. Almeno così auspica il Banco Alimentare che, oltre alle attività in favore dei meno fortunati svolte durante l’anno, ogni ultimo sabato di novembre organizza la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, da 19 anni l'evento di solidarietà più partecipato in Italia.

Quest’anno la giornata sarà in particolare rafforzata dal messaggio di Papa Francesco che campeggia su www.collettaalimentare.it sulla fame come scandalo e sulla condivisione.

supermercati e volontari

Alla Colletta Alimentare parteciperanno migliaia di supermercati e decine di migliaia di volontari in tutta Italia. Anche in Toscana si attende una forte partecipazione. I volontari saranno già dalla mattinata davanti ai supermercati della regione a distribuire i sacchetti e a ritirare le donazioni di chi va a fare la spesa. I generi alimentari che viene consigliato di donare sono alimenti per l'infanzia, riso, olio, biscotti e prodotti in scatola, che verranno trasportati nei magazzini temporanei del Banco Alimentare allestiti a supporto dell’evento per poi essere distribuiti a chi ne ha bisogno.

“Colazioni”

Insieme alla Colletta Alimentare, il Banco Alimentare quest’anno può presentare anche il successo di un’altra iniziativa partita a settembre 2015. Si tratta di Colazioni, il progetto voluto da Kellogg's Italia, Mukki centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno e la Rete dei Banchi Alimentari italiani, che ogni giorno distribuiscono fiocchi di cereali, latte parzialmente scremato e succo di mela a 250 bambini e ragazzi, assistiti da strutture caritative della Toscana. L'iniziativa non ha solo un valore nutrizionale – fiocchi, latte e succo rappresentano certamente una colazione equilibrata –  ma vuole avere anche un valore educativo, dal momento che un bambino nutrito in modo equilibrato diventa un adulto che continuerà a nutrirsi in modo sano ed equilibrato.

Ultime notizie

IED Firenze: open days 2021 per presentare i corsi

Corsi, consigli e modalità di iscrizione: l'open day dello IED, anche a Firenze, si fa online e dura una settimana per conoscere l'offerta formativa nel campo della moda, delle arti visive e del design

Covid Toscana, 27 gennaio: contagi in aumento, i dati del bollettino di oggi

L'aggiornamento del bollettino della Regione: la situazione del Covid in Toscana il 27 gennaio 2021, tutti i dati sui casi di coronavirus. Segno meno per i ricoveri, ma 12 morti in più

Centri commerciali aperti o chiusi durante il weekend in zona gialla e arancione

Shopping per i saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga). Quando riapriranno?

Saldi 2021: a Firenze l’inizio (ufficiale) degli sconti invernali. Ma quando finiscono?

La guida ai saldi 2021 a Firenze, in tempi di Covid: la data di inizio, la percentuale di sconto, quanto durano e quando finiscono le svendite invernali