lunedì, 17 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaStadio Franchi, il ricorso della...

Stadio Franchi, il ricorso della Fondazione Nervi rigettato dal Tar

Sul ricorso contro la riqualificazione dello stadio Franchi il Tar ha dato parere negativo. La soddisfazione di Palazzo Vecchio. Dalla Fondazione Nervi: “Non ci arrenderemo”

-

- Pubblicità -

Sullo stadio Artemio Franchi di Firenze il ricorso della Fondazione formata dagli eredi di Pier Luigi Nervi è stato rigettato dal Tar della Toscana per inammissibilità. Il tribunale amministrativo ha dunque dato parere negativo ai materiali presentati dalla Fondazione Pln Project. Dalla Pln Project si chiedeva l’immediata sospensiva della gara in atto. Il ricorso era stato presentato contro il ministero della Cultura, la Soprintendenza fiorentina e il Comune.

Stadio Franchi e il no al ricorso: le motivazioni

Sullo stadio Franchi il ricorso di Pln Project ha ricevuto un secco no. Gli eredi di Nervi affermavano che il progetto del restyling del Franchi andava a cambiare troppo quella che è l’immagine originaria. Nella sentenza si fa riferimento alla tutela del diritto morale d’autore che può essere “esercitato esclusivamente dal suo titolare, essendo egli solo in grado di valutare la compatibilità di nuovi lavori con il disegno artistico originale. Tale diritto non può essere imputato a soggetti diversi dai creatori dell’opera e nemmeno dagli eredi”.

- Pubblicità -

Dopo il no al ricorso sullo stadio Franchi da Palazzo Vecchio si è parlato di “soddisfazione e si continua a lavorare con costanza e perseveranza al progetto del restyling”. Delusione da parte della Fondazione Nervi: “Per il Franchi non ci arrenderemo mai”, il commento. Si fa anche riferimento al fatto che “è assolutamente incostituzionale la norma contenuta nel decreto Semplificazioni che mette in secondo piano la tutela”.

La gara per la riqualificazione dello stadio e il ritiro della Fiorentina al Viola Park

Intanto domani, 28 giugno, scade alle 13 il termine per le offerte per la gara, cui mancano però i 55 milioni di euro dall’Europa tolti al progetto. L’obiettivo del Comune è andare avanti con l’aggiudicazione entro la fine di luglio.

- Pubblicità -

Per quanto riguarda le infrastrutture già pronte, la Fiorentina si prepara a fare il primo ritiro della sua storia al nuovo Viola Park, a Bagno a Ripoli. Il raduno è fissato per il 12 luglio ma già dalla sera prima i giocatori arriveranno in città (qui il comunicato ufficiale del club viola). Nei prossimi giorni saranno rese note tutte le amichevoli ma è probabile che la Fiorentina faccia alcune trasferte europee. A fine agosto ci sarà l’inaugurazione ufficiale del Viola Park, è il periodo in cui dovrebbe tornare a Firenze il presidente della Fiorentina Rocco Commisso.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -