martedì, 24 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Stadio, il trasferimento di Fondiaria...

Stadio, il trasferimento di Fondiaria “non cambia niente”

Il trasferimento della sede legale di Fondiaria-Sai da Firenze a Torino “non cambia assolutamente niente sulla Cittadella Viola”. Ad affermarlo è il sindaco di Firenze Matteo Renzi.

-

La Fondiaria è legata al progetto del nuovo stadio in quanto proprietaria dell’area di Castello (per adesso ancora sotto sequestro), indicata dal primo cittadino come unico luogo dove potrebbe sorgere il progetto presentato dai Della Valle.

UN PERCORSO GIA’ AVVIATO. “Il percorso – ha spiegato Renzi a proposito della Cittadella – lo abbiamo già delineato, ci stiamo lavorando, stiamo aspettando che l’avvocato Pericu produca il proprio parere sulle cose per le quali lo abbiamo incaricato, dovrebbe essere una questione di giorni”.

NON UN METRO CUBO IN PIU’. Ai cronisti che gli chiedevano se, in particolare, il lavoro di Pericu sia concentrato sulla convenzione tra il Comune e la Compagnia di assicurazioni, Renzi ha risposto che “la convenzione c’è già, ma ha degli aspetti giuridici che com’è noto io ho contestato già quando ero presidente della Provincia, sulla titolarità del privato di costruire in una procedura che consideravo ‘contra legem’. I paletti che l’amministrazione ha posto rimangono gli stessi: non un metro cubo in più”.

NESSUN COLLEGAMENTO CON L’URBANISTICA. A proposito del trasferimento della sede legale, Renzi rileva che ”non c’è una fuga della Fondiaria, c’è solo il cambio della sede legale, un fatto che ha una sua valenza simbolica ma non cambia nulla. Respingo qualsiasi collegamento con le vicende urbanistiche: sarebbe offensivo verso un’azienda importante e quotata in Borsa come Fondiaria-Sai, che non cambia la sede legale sulla base di scelte urbanistiche. Non lo credo – ha precisato – anche perché se così fosse sarebbe un atto gravissimo: se c’è un problema urbanistico, prendo e porto via la società? Penso che quelli di Fonsai non abbiano minimamente avuto intenzione di fare questo ragionamento: se lo facessero, sarebbe di una tale gravità che imporrebbe una reazione. Credo – ha concluso il sindaco – alle loro parole: cambia la sede legale, ma non cambia nulla per l’occupazione”.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: crescono casi e morti per coronavirus

I dati del 23 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Natale 2020, 10 idee regalo a km 0 da ordinare online

La guida de Il Reporter per scegliere i 10 regali a km zero da comprare online per il Natale 2020

Decreto Ristori ter, quando il testo definitivo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Nuove risorse per il contributo a fondo perduto in favore delle attività chiuse e buoni spesa per le famiglie in difficoltà: il testo del "decreto ristori ter" presto in Gazzetta Ufficiale

Cosa succederà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm di Natale

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo