Il sacrificio fu fatto da Leandro Corona, Ottorino Quiti, Antonio Raddi, Adriano Santoni e Guido Targetti: e proprio le cinque giovani vittime sono state commemorate stamani al sacrario dello stadio Artemio Franchi dall’assessore ai rapporti coi Quartieri Cristina Bevilacqua e dal presidente del Quartiere 2 Gianluca Paolucci, dopo un corteo partito dalla sede del Consiglio di Quartiere in via Nicolodi.

Erano presenti alla cerimonia, con i rispettivi gonfaloni, rappresentati della Regione Toscana, della Provincia di Firenze, dei Comuni di Vicchio, Sesto Fiorentino, Fiesole, Pontassieve, Rufina, Borgo San Lorenzo, oltre ai labari dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e della Federazione Regionale Associazione Antifasciste della Resistenza. Molti anche gli studenti che hanno partecipato all’iniziativa.