giovedì, 29 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & Politica"Storie di ordinaria tramvia": a...

“Storie di ordinaria tramvia”: a bordo grazie a un kit educativo

Con il ritorno sui banchi, nelle scuole medie e superiori di Firenze arriva il kit didattico "Storie di ordinaria tramvia", per incentivare i più giovani a un uso consapevole del mezzo pubblico

-

Pubblicità

La liceale che spera di incrociare a bordo il ragazzo che le fa battere il cuore, il quattordicenne in viaggio per andare al primo concerto della sua vita o le avventure dello studente universitario finalmente libero dalla “caccia al posteggio”. Sono le “Storie di ordinaria tramvia”, il kit didattico per incentivare gli adolescenti a un uso consapevole del tram, realizzato da Gest insieme alla casa editrice Librì. Il progetto fa parte delle proposte educative “Le Chiavi della Città” dell’Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze.

Che cos’è “Storie di ordinaria tramvia”

“Storie di ordinaria tramvia” è composto da un libro per i ragazzi (pensato per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Firenze) e da una guida per gli insegnanti. Nel libro-quaderno alcuni giovani protagonisti scelgono di viaggiare in tramvia. È un piccolo spaccato di un mondo adolescenziale che si scopre autonomo negli spostamenti di tutti i giorni, mentre dai finestrini sfila Firenze.

Pubblicità

Storie raccontate con un linguaggio fresco, grazie ai testi di Francesco Fagnani, e accompagnate dalle illustrazioni di Alice Piaggio, oltre che da numeri, informazioni e curiosità sulla tramvia di Firenze.

Un utile strumento didattico

Nella guida gli insegnanti possono trovare quattro proposte didattico-educative da svolgere in classe attraverso un approccio multidisciplinare. Ad esempio, attraverso i dati forniti sulla riduzione del traffico privato e l’abbattimento dello smog, la tramvia offre una traccia educativa sulla mobilità sostenibile. Grazie ai nomi delle fermate un insegnante può approfondire vari aspetti legati all’odonomastica. E ancora: musei, piazze, murales, parchi, monumenti sono raggiungibili con il tram. Infine una traccia didattica propone un gioco di ruolo sui “free riders”, dove alla fine le squadre dei virtuosi e degli “scrocconi” vengono messe al voto della classe.

Pubblicità

Ciascun kit è composto da 25 libri cartacei per ciascuna classe e da una guida per il docente (questo il link per richiedere “Storie di ordinaria tramvia”) .  “Il kit educativo è pensato per i ragazzi perché saranno i nostri passeggeri di domani – spiega l’amministratore delegato Jean Luc Laugaa – In molte grandi città d’Europa, sempre più giovani preferiscono usare i mezzi pubblici per andare a scuola, a lavorare e a divertirsi. Hanno a cuore l’ambiente e sanno anche apprezzare i vantaggi di un mezzo veloce, puntuale e che li rende autonomi. Mi piace immaginare che anche Firenze diventerà così: con una tramvia allegra, sempre di più usata dai più giovani che avranno a cuore un mezzo di trasporto capace di migliorare la vita di una intera comunità”.

Pubblicità

Ultime notizie