martedì, 3 Agosto 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTramvia Firenze: fermate, orari, mappa...

Tramvia Firenze: fermate, orari, mappa linea per linea. Guida completa

Tutto quello che c'è da sapere sulla tramvia di Firenze: le linee già in funzione e quelle progettate, fermate, percorsi, orari, frequenze delle corse e regole anti-Covid

-

Tramvia di Firenze, una breve guida con approfondimenti e tutto quello che c’è da sapere su linee, fermate, mappa, orari, biglietti, parcheggio e sulle regole anti-Covid. Firenze ha una rete tramviaria che, al momento, è composta da due linee attive: la linea T1 Scandicci – Firenze – Careggi e la linea T2 Firenze – Aeroporto di Peretola. Ci sono poi i progetti per la realizzazione di altre 3 linee, la linea 3.2 verso bagno a Ripoli, la linea 3.2.2 da piazza della Libertà a Campo di Marte e Rovezzano e la linea 4 da Leopolda alle Piagge, oltre alla variante per portare la tramvia nel centro storico.

Tramvia Firenze, la linea T1: fermate e mappa

linea 1 tramvia firenze fermate

La linea T1 della tramvia fiorentina collega Scandicci all’Ospedale di Careggi, passando per la stazione Santa Maria Novella. È la prima linea ad essere entrata in funzione: il primo tratto venne infatti inaugurato il 14 febbraio 2010. Il 6 luglio 2018 è entrato in esercizio il prolungamento della linea, dal vecchio capolinea di via Alamanni fino a Careggi. La mappa attuale della linea 1 conta quindi 26 fermate ed è il più lungo tra quelli della tramvia di Firenze. In totale misura 11,5 chilometri.

Il tempo di percorrenza tra i due capolinea è di circa 40 minuti: circa 23 minuti tra Scandicci e la stazione centrale di Firenze e un’altra ventina di minuti per arrivare davanti all’ospedale di Careggi. Per il futuro si sta studiando l’estensione verso nord e sud di questo troncone. Qui il dettaglio sulle fermate della linea T1 della tramvia Scandicci – Firenze – Careggi.

Tramvia Firenze, la linea 2: fermate e mappa

tramvia firenze fermate linea 2

La linea T2 Vespucci unisce invece la stazione di Santa Maria Novella (dal capolinea di piazza dell’Unità) all’aeroporto Amerigo Vespucci di Peretola, con 12 fermate con un tempo di percorrenza tra i due capolinea di 22 minuti. Il percorso della linea 2 è lungo 5,3 chilometri e tocca alcune luoghi e servizi strategici per la città. Oltre, ovviamente, alla stazione ferroviaria centrale e all’aeroporto, la linea passa infatti per l’università, la sede della Regione Toscana, il Palazzo di giustizia nel popoloso quartiere di Novoli.

La linea T2 è stata inaugurata l’11 febbraio 2019. Dall’estate dello stesso anno è stata aperta anche la fermata Redi della linea 2, grazie alla realizzazione di una scala e di una rampa di accesso dal marciapiede di viale Redi. Inizialmente si è parlato di un sovrapprezzo solo per chi raggiunge lo scalo di Peretola (e quindi tra le fermate Guidoni e Aeroporto), ma il rincaro del biglietto è ancora allo studio: al momento quindi arrivare in tramvia fino all’aeroporto di Firenze costa quanto una normale corsa. Qui le fermate e il percorso della linea 2 della tramvia.

Gli orari della tramvia di Firenze (e le regole anti-Covid)

La tramvia di Firenze è in servizio con orario continuato dalle 5 del mattino fino alle 00.30 di notte, anche nel periodo dell’emergenza Covid. La tramvia funziona tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, compresi i festivi, con gli stessi orari e, in media, garantisce una corsa ogni 4-5 minuti. A Natale, a Pasqua, nei weekend e durante le festività religiose e civili le frequenze delle corse possono subire variazioni, ma il servizio viene sempre effettuato negli orari previsti.

Dal 2 luglio 2021 riprende il servizio notturno durante i weekend, con corse fino alle 2 il venerdì e il sabato e una frequenza di circa 16-18 minuti dopo mezzanotte e mezzo (qui gli orari notturni del fine settimana). Queste le regole anti-Covid per salire sulla tramvia di Firenze: su ogni vagone sono a disposizione 215 posti: i mezzi pubblici possono essere riempiti fino all’80% e a bordo è obbligatorio indossare la mascherina per coprire naso e bocca (i guanti invece non sono obbligatori).

Tramvia linea T1, gli orari delle prime e delle ultime corse

Dal 1 luglio 2021, la prima corsa della linea T1 Leonardo da Scandicci parte alle 4.38 dalla fermata De André. Alle 5.39 parte invece la prima corsa dal capolinea di Villa Costanza, sempre a Scandicci. L’ultima corsa da Scandicci è prevista alle 00.08, dal lunedì al venerdì, il sabato e la domenica alle 1.41. La prima corsa dal capolinea Careggi Ospedale parte alle 4.44. L’ultima alle 00.11 (venerdì e sabato notte alle 1.38, domenica alle 00.09).

Ogni quanto passa il tram a Firenze? La frequenza delle corse estive varia in base ai giorni (feriali o festivi) e agli orari. Si va da un tram ogni 5 minuti negli orari di punta a una corsa ogni 9 minuti e 30 secondi o 11 minuti nelle prime ore della giornata e la domenica mattina.

Tramvia linea T2, gli orari delle prime e ultime corse

La prima corsa della linea T2 Vespucci dal capolinea di piazza dell’Unità (davanti alla stazione Santa Maria Novella) parte alle 5 del mattino in punto. L’ultima corsa dalla stessa fermata è in orario 00.30 (venerdì e sabato notte alle ore 2.00). Ecco gli orari dall’altro capolinea, quello dell’aeroporto di Peretola: la prima corsa della tramvia verso il centro di Firenze parte alle 5.00 del mattino, l’ultima corsa è alle 00.04 (venerdì e sabato alle 2.00).

La frequenza delle corse estive varia dai 6 minuti delle ore di punta agli 11 minuti delle primissime ore del giorno. Per gli orari e le frequenze delle corse aggiornati, si consiglia di fare riferimento al sito di Gest, gestore della tramvia di Firenze.

Il biglietto (anche SMS) per salire sulla tramvia di Firenze, l’abbonamento e chi viaggia gratis

Per salire a bordo della tramvia di Firenze è necessario essere in possesso di un regolare biglietto, che non è possibile comprare a bordo: il titolo di viaggio è lo stesso sia per la tramvia che per il trasporto pubblico sui bus urbani Ataf e Li-Nea. Il biglietto costa 1,50 euro e dura 90 minuti dalla convalida: durante questo lasso di tempo si può viaggiare, anche cambiando linea, sulla tramvia e su tutta la rete di  bus urbani Ataf e Linea. Viaggiano gratis i bambini sotto il metro di altezza (uno per ogni adulto) che non occupano posti a sedere.

Il biglietto può essere acquistato direttamente alle fermate, visto che ogni stop è dotato di biglietteria automatica, che permette di pagare sia con carte di credito che in contanti. È possibile anche comprarlo alle rivendite (bar, edicole, tabaccherie, supermercati). Un’altra possibilità è il biglietto SMS per la tramvia e i bus di Firenze, da comprare mandando un messaggino al numero 4880105 con scritto “ATAF” (attivo per i clienti Tim, Vodafone, Tre Italia e Wind). Si riceverà un messaggio di risposta valido come titolo di viaggio virtuale. In questo caso il costo è di 1,80 che viene scalato dal credito della Sim. Anche l’app Nugo, permette di acquistare i biglietti a distanza. In vendita inoltre un carnet e abbonamenti: qui i dettagli sui biglietti per la tramvia.

Il migliore parcheggio per la tramvia Firenze

Scendi dall’auto, sali sul tram. Quali sono i parcheggi più comodi per lasciare l’auto e prendere la tramvia? Per la linea T1 Leonardo c’è il parcheggio di Villa Costanza, proprio in corrispondenza del capolinea della tramvia e direttamente collegato all’autostrada A1 Milano – Napoli. In alternativa, si può utilizzare il parcheggio gratuito di fronte alla Coop di Ponte a Greve, a pochi passi dalla fermata “Nenni – Torregalli” della T1. Sulla linea T2 c’è il parcheggio scambiatore di viale Guidoni, non lontano dall’uscita autostradale dell’A11 e dall’aeroporto. Qui la nostra “mappa” dei parcheggi vicino alla linea 1 e 2 della tramvia.

In progetto: la variante al centro storico, per arrivare in tramvia quasi fino al Duomo

Dopo lo stop al passaggio della tramvia di Firenze da piazza Duomo, è stata studiata un’alternativa per portare i binari nel cuore della città: si tratta della cosiddetta “variante al centro storico“. Questo nuovo percorso si allaccerà alla rete già esistente, grazie all’interconnessione con i binari alla Fortezza, poi proseguirà lungo viale Lavagnini per raggiungere piazza della Libertà e infine San Marco.

Allo studio anche un tragitto più lungo per arrivare in tramvia a due passi dal Duomo, con il capolinea in via Cavour grossomodo all’altezza di Palazzo Medici Riccardi. Per la variante al centro storico sono in corso i primi cantieri propedeutici sui viali tra la Fortezza e piazza della Libertà.

Tramvia Firenze, la linea 3.2 per Bagno a Ripoli

La 3.2 non esiste ancora ma sarà la prossima linea della tramvia di Firenze ad essere realizzata. Collegherà piazza della Libertà a Bagno a Ripoli, passando per Firenze Sud. Il progetto prevede un nuovo ponte sull’Arno all’altezza dell’Anconella e due terzi tracciato (sui viali di circonvallazione e nella zona di Gavinana) senza pali di alimentazione. Per questo Hitachi, che produce i convogli di Sirio per la tramvia di Firenze, ha testato una tecnologia catenary free per far viaggiare a batteria i mezzi su tratti limitati, senza linea di contatto aerea.

Una volta ultimata, la linea 3.2 avrà un percorso lungo più di 7 chilometri e 17 fermate. I cantieri sono finanziati con 200 milioni di euro da parte dello Stato, che si sommano agli 80 milioni di finanziamenti europei. Qui il percorso, le fermate e la mappa del progetto per la linea 3 della tramvia.

La nuova linea della tramvia: 3.2.2, per Campo di Marte e Rovezzano

E’ l’ultimo sviluppo della rete tramviaria presentato a Firenze: la linea 3.2.2 è un’estensione del percorso per Bagno a Ripoli, in quanto il tragitto partirà da piazza della Libertà (il punto di contatto tra i due progetti) e andrà verso le Cure, Campo di Marte, lo Stadio Artemio Franchi e il capolinea di Rovezzano con 15 fermate e 6,1 chilometri di binari.

In corso la progettazione, che prevederà anche un nuovo parcheggio da 3.000 posti auto nella zona dello stadio Artemio Franchi e della stazione ferroviaria. Qui fermate, percorso e mappa della nuova linea per Campo di Marte e Rovezzano secondo il progetto preliminare.

Tramvia Firenze, la linea 4 per Le Piagge (e Campi Bisenzio)

linea 4 tramvia firenze fermate percorsoLa linea 4 sarà realizzata tra la stazione Leopolda e il quartiere de Le Piagge. Previsto anche un successivo ampliamento fino a Campi Bisenzio. Il progetto della “Leopolda – le Piagge” prevede un percorso lungo 6,2 chilometri con 13 fermate. La linea 4 sarà anche interconnessa alla linea 1 dal capolinea della stazione Leopolda. L’altro capolinea si troverà di fronte al centro commerciale Coop de Le Piagge.

La particolarità della linea 4 è che il suo percorso seguirà per circa 3.448 metri il tracciato della ex linea ferroviaria Empoli-Firenze, ormai dismesso. Per questo i cantieri della linea 4 saranno, ha promesso il sindaco Dario Nardella, a “impatto zero” sul traffico. I restanti 2.712 metri saranno costruiti su una nuova sede. Intanto è stato presentato anche il progetto di fattibilità per il prolungamento della linea 4 verso Campi Bisenzio: 10 fermate per 5 chilometri di percorso.

Linea 4 della tramvia: il percorso e le fermate “in volo” / VIDEO

Tramvia Firenze, la “mappa” delle linee future

Ecco quindi quali saranno le prossime linee ad essere progettate per completare il sistema tranviario di Firenze.

  • Il primo a vedere la luce sarà il prolungamento della tramvia dalla Fortezza, a piazza della Libertà fino a piazza San Marco. Il tram arriverà così in pieno centro grazie alla “variante centro storico”, pensata dopo lo stop al passaggio del tram in piazza Duomo.
  • Si attende la partenza dei lavori per la linea 3.2 della tramvia tra piazza della Libertà e Bagno a Ripoli
  • In corso la progettazione del prolungamento del percorso della tramvia da piazza della Libertà verso Rovezzano, passando da Campo di Marte e dallo stadio di Firenze (linea 3.22).
  • In corso la progettazione della linea 4 Leopolda – Le Piagge, mentre si studia il prolungamento fino a Campi Bisenzio passando da San Donnino.
  • Allo studio anche l’allungamento della linea 2 dall’aeroporto di Firenze al centro di Sesto Fiorentino,e anche verso Prato.
  • Di “allungamento” si parla anche per la T1, verso nord e verso sud. Scandicci chiede altri due chilometri di binari per raggiungere le località di Casellina e Pontignale, oltre che la zona industriale.

Per integrare il servizio delle linee della tramvia, Firenze e i Comuni limitrofi stanno pensando infine a un Jumbo bus: si punta ad attivare due linee del Bus rapid transit (BRT) Greve in Chianti – Rovezzano e Osmannoro – Poggibonsi entro il 2024. Si tratta di collegamento ibrido ed elettrico, che viaggerà solo su corsie preferenziali.

Ultime notizie