Via libera, da parte della Commissione agricoltura, alla proposta che modifica la legge regionale sulla protezione della fauna selvatica omeoterma (la selvaggina) e sul prelievo venatorio. Il progetto di legge in questione, che è stato approvato a maggioranza con l’astensione di un esponente dell’opposizione, deriva dalla necessità di coordinare le disposizioni finanziarie della citata legge regionale alla luce del piano faunistico-venatorio regionale 2007-10, approvato il 16 maggio 2007 e del piano di sviluppo rurale 2007-13, approvato il 22 ottobre 2007. Questi due strumenti di programmazione, infatti, indicano le strategie, gli interventi e le procedure idonee a gestire le esigenze del sistema faunistico venatorio regionale nel breve e nel medio termine.

All’unanimità, invece, è stata approvata la proposta di deliberazione che detta le linee di indirizzo e le priorità per la ripartizione delle risorse finanziarie per l’anno 2008 in relazione alla disciplina delle strade del vino, dell’olio extravergine di oliva e dei prodotti agricoli ed agroalimentari di qualità. Quest’anno sono stati favoriti i progetti che non furono finanziati lo scorso anno, ad esempio un percorso educativo nel Pratomagno, ed i progetti che presenterà, dopo la pubblicazione di un apposito bando, la Federazione regionale delle strade del vino, dell’olio e dei sapori. Inoltre saranno finanziate le strade costituite ex novo, come quella del Chianti classico, nonché quelle che si sono trasformate anche in strade dei sapori.