mercoledì, 3 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Strage di Viareggio, “nessuno è...

Strage di Viareggio, “nessuno è intoccabile”

A 18 mesi dalla strage della stazione di Viareggio il sindaco Luca Lunardini chiede una “condanna esemplare per chi fosse ritenuto responsabile. Senza intoccabili”. Tra gli indagati c'è anche l'amministratore delegato di Fs, Mauro Moretti.

-

 

A 18 mesi dalla strage della stazione di Viareggio il sindaco Luca Lunardini chiede una “condanna esemplare per chi fosse ritenuto responsabile. Senza intoccabili”.

LUNARDINI. “L’impegno dell’amministrazione – scrive il primo cittadino -, in questo senso pienamente confortata dal collegio difensivo, è quello di esigere che si giunga alla verità e di ottenere una condanna esemplare di tutti coloro che a vario titolo hanno concorso a causare la strage del 29 giugno 2009. Senza intoccabili”.

GLI INDAGATI. Il 16 dicembre scorso la Procura di Lucca ha notificato l’incidente probatorio a 38 persone. Tra gli indagati c’è anche l’amministratore delegato di Ferrovie Mauro Moretti. La notifica è arrivata anche a otto enti dichiarati responsabili della violazione del decreto sulla responsabilità amministrativa.

RISARCIMENTI. Nel frattempo, lo scorso 23 dicembre, il sindaco Lunardini ha firmato l’ordinanza per i primi risarcimenti in favore di 16 parenti delle 32 vittime dell’eslposione del 29 giugno 2009.

Ultime notizie

Il testo ufficiale del nuovo Dpcm Draghi (pdf): quando entra in vigore

Stop alle riaperture e regole anche per Pasqua: pubblicato sul sito del governo il testo ufficiale in pdf del nuovo Dpcm del governo Draghi, in attesa dell'arrivo in Gazzetta. Ecco quando entra in vigore e quando scade

In zona arancione si va a scuola o no: quando sono aperte le superiori

Scuole superiori aperte o chiuse? Ecco quando si va a scuola in zona arancione, le regole del nuovo Dpcm

Fiorentina, al Franchi arriva la Roma

Verrà ricordato Davide Astori. Possibile il rientro di Amrabat a centrocampo: le probabili formazioni di Fiorentina - Roma

Covid Toscana, casi di nuovo sopra quota mille: i dati del 2 marzo

In 24 ore si contano 1.058 nuovi casi di Covid in Toscana, preoccupanti i dati dei ricoveri in ospedale, oltre 1.100. Oggi si registrano 13 morti