domenica, 20 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Studenti: blocchi stradali e cortei

Studenti: blocchi stradali e cortei

Continuano le proteste degli studenti universitari contro i tagli agli Atenei. A Firenze, gli studenti di Lettere hanno organizzato un corteo in bicicletta per le strade del centro, a cui hanno partecipato anche alcuni dottorandi dell'Istituto universitario europeo di Fiesole.

-

Dopo l’approvazione del decreto, alcune centinaia di studenti si sono riversate in strada dal Polo delle scienze sociali di Novoli e hanno dato vita ad alcuni blocchi stradali, che hanno causato anche qualche disagio agli automobilisti.

Altri cortei di protesta ancne in centro, dove, tra le altre cose,  gli studenti di Lettere hanno organizzato un corteo in bicicletta, a cui hanno partecipato anche alcuni dottorandi dell’Istituto universitario europeo di Fiesole. Il singolare corteo, a cui hanno partecipato circa 100 studenti, è stato organizzato stamani in centro dagli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze. Il gruppo è partito da piazza Santissima Annunziata, per poi raggiungere piazza della Repubblica.

Alla protesta hanno preso parte anche una ventina di dottorandi, sia italiani che stranieri, dell’Istituto universitario europeo di Fiesole. Ma le manifestazioni contro il decreto Gelimini (diventato legge) non finiscono qui. Domani, infatti, per chi non andrà a Roma (dove è in programma un’agitazione nazionale)è previsto un nuovo corteo che partirà alle 9.30 da piazza San Marco.

 

Notizia precedenteHalloween a Villa Vogel
Notizia successivaLibri in mostra al quartiere 2

Ultime notizie

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza al 36,29% alle ore 19

I dati sull'affluenza alle urne alle ore 19 del 20 settembre per le elezioni regionali 2020 della Toscana

Fiorentina-Torino, le immagini della gara

Biraghi, Castrovilli e Chiesa i migliori in campo

Referendum 2020: affluenza appena sotto al 30% alle ore 19

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari a partire dalle ore 19 del 20 settembre