mercoledì, 12 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaStupri, il Comune parte civile

Stupri, il Comune parte civile

Il Comune di Firenze potrà costituirsi parte civile nei processi per stupro: via libera del consiglio comunale alla modifica dell'articolo 5 dello statuto. La delibera è stata approvata ieri pomeriggio dall'assemblea di Palazzo Vecchio.

-

Il Comune a fianco delle donne che subiscono una violenza sessuale. Palazzo Vecchio, infatti, potrà costituirsi parte civile nei processi per stupro. E’ quanto prevede la delibera, approvata ieri dall’assemblea di Palazzo Vecchio, che modifica l’articolo 5 dello statuto comunale.

“Dopo il via libera, lunedì scorso, della mozione dei consiglieri del PdL Stefano Alessandri e Marco Stella – ha spiegato Rosanna Pilotti, presidente della commissione pari opportunità – e benché il Comune di Firenze avesse già intrapreso molte azioni positive e concrete, lo statuto non conteneva ancora una chiara enunciazione per esprimere in modo inequivocabile il principio della prevenzione e della repressione della violenza contro le donne”.

“Con questa modifica, invece – ha aggiunto Rosanna Pilotti – il Comune potrà essere a fianco delle donne per chiedere il risarcimento del danno economico e morale”.

Ultime notizie