mercoledì, 24 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaLe Chiavi della città di...

Le Chiavi della città di Firenze a Tajani (con polemiche incluse)

Il sindaco Dario Nardella ha consegnato le Chiavi della città di Firenze ad Antonio Tajani. Cosa è successo all'interno della maggioranza

-

- Pubblicità -

Dopo una settimana di polemiche sono state consegnate le Chiavi della città di Firenze ad Antonio Tajani, vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri. Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha detto che si è tratto di un gesto istituzionale. Le Chiavi della città sono state consegnate perché Tajani, ha aggiunto Nardella, prima come presidente del Parlamento europeo e ora come ministro si è sempre battuto per i valori europei. Nardella ha definito “pretestuosa” la polemica.

Chiavi della città di Firenze a Tajani, le reazioni dei consiglieri

Non tutti hanno preso bene la consegna delle Chiavi della città di Firenze a Tajani, avvenuta ieri, 30 gennaio. Della giunta, alla cerimonia, erano presenti gli assessori Sara Funaro, Benedetta Albanese e Giovanni Bettarini. Gli altri assenti, qualcuno per motivazioni lavorative, altri per scelta. E per quanto riguarda i consiglieri soltanto Barbara Felleca di Italia Viva, tra la maggioranza, è andata alla cerimonia. Va detto, tuttavia, che diversi consiglieri sono rimasti in aula perché in contemporanea c’era il Consiglio comunale.

- Pubblicità -

La seduta del Consiglio

Anche questo aspetto, la contemporaneità del Consiglio comunale con la cerimonia di consegna delle Chiavi della città di Firenze a Tajani, ha irritato qualche consigliere. La seduta mattutina era stata fissata per votare la delibera col diniego dello stralcio delle cartelle esattoriali. Delibera che è stata approvata, nonostante il fatto che Iv si sia astenuta (mentre in giunta Titta Meucci aveva votato favorevolmente). A votazione conclusa e prima della discussione degli ordini del giorno il consigliere Fdi Jacopo Cellai ha chiesto una sospensione dell’assemblea per andare alla cerimonia. La mozione d’ordine è stata messa ai voti ed è stata votata in modo contrario dal Pd. Da lì sono partite diverse polemiche.

Intanto Tajani, a Firenze già dalla prima mattinata, ha detto di aver accolto questo premio delle Chiavi “con entusiasmo e un segno di riconoscenza di questa meravigliosa città italiana ed europea. Sono anche un po’ commosso”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -