martedì, 31 Gennaio 2023
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaTav a Firenze, passi avanti...

Tav a Firenze, passi avanti per la stazione Foster

E' stata aggiudicata la maxi gara da un miliardo per la realizzazione del tunnel. E' il bivio decisivo per la stazione Foster di Firenze

-

- Pubblicità -

Forse ci siamo. Per la stazione Foster di Firenze e dunque il tunnel Tav siamo ad un momento decisivo: è stata infatti aggiudicata la maxi gara da un miliardo di euro per la realizzazione del tunnel. I lavori dovrebbero concludersi per il 2028. Ad aggiudicarsi gli interventi il consorzio che che ha come capofila Impresa Pizzarotti & C. e come impresa consorziata Saipem. Appena l’opera del passante ferroviario sarà pronta ci sarà una separazione dei treni dell’alta velocità con i regionali, in modo da poter potenziare le corse e ridurre i disagi.

I dettagli della stazione Foster e della Tav di Firenze

Il tunnel è lungo circa sette chilometri. Ci sono due gallerie parallele poste a circa 20 metri di profondità, completate con due tratti terminali in superficie: a nord tra le stazioni di Firenze Castello e Firenze Rifredi, e a sud nei pressi della stazione di Firenze Campo di Marte. La nuova stazione Foster di Firenze sarà davvero un toccasana. La stazione riservata ai treni Av sarà collegata con quella di Santa Maria Novella che servirà i treni regionali attraverso un people mover. Per quest’ultima opera, che è necessaria, serve però trovare le risorse, circa 75 milioni.

Le reazioni della politica

- Pubblicità -

Va detto che sui tempi della realizzazione della stazione Foster di Firenze è l’ennesimo annuncio e le polemiche non sono mancate, ma stavolta quantomeno c’è la novità dell’aggiudicazione della gara. Per chi vuole approfondire qui i dettagli dell’impresa che ha vinto. Nel frattempo sono arrivate le reazioni politiche. Il sindaco Dario Nardella parla di svolta positiva: “Finalmente un passo concreto in avanti per il progetto alta velocità grazie al successo della gara di Rfi che rappresenta una svolta decisiva per realizzare un’infrastruttura fondamentale per Firenze e l’area metropolitana fiorentina”, ha spiegato. Anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani parla “di svolta vera, quella che da tempo auspicavamo e per la quale mo sono battuto”. Vediamo se è la volta buona.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -