Certo, siamo ben lontani, dalle contestazioni del ’68. Ma la protesta che si accompagna alla legge 133 oggi ha vissuto momenti di tensione, con toni alzati e qualche spintone a condire un dibattito.

E’ successo durante un’assemblea a Scienze Sociali: è filato tutto liscio durante le- decine– di interventi degli studenti. Poi, quando ha preso la parola uno studente di “Studenti per la Libertà”  sono cominciati i fischi. Lo studente si è dovuto fermare.

Fuori dall’aula, gli animi hanno continuato a surriscaldarsi, con voci molto alzate e persino qualche spintone. Tutto rientrato, comunque, senza disastri e nel giro di poco: l’assemblea è proseguita regolarmente, con centinaia di studenti a discutere della nuova legge e dei modi per far sentire le loro voci di protesta.