sabato, 8 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTestamento biologico, una giornata di...

Testamento biologico, una giornata di dibattito

Una giornata di dibattito aperto, di scambio di idee fra cittadini. Il tema scelto è il testamento biologico e l'appuntamento è il 25 aprile quando oltre 350 persone fra i 18 e gli 80 anni (la maggioranza è di età compresa fra i 35 e i 50 anni), riunite a Torino e Firenze presso la Sala Pegaso della Regione Toscana (piazza Duomo), discuteranno per tutta la giornata su questo tema.

-

Le conclusioni potranno essere utili anche nel dibattito parlamentare sulla legge sul Testamento biologico. Il town meeting è il momento conclusivo del percorso di partecipazione sul tema del testamento biologico che ha coinvolto i cittadini e le associazioni della città con circa 40 focus groups che si sono tenuti durante i mesi di marzo e aprile. Dieci di questi si sono svolti a Firenze, coinvolgendo circa 150 cittadini di diversa età e professione a partire dalla divulgazione di un documento informativo predisposto da esperti e personalità del mondo scientifico di diverso orientamento. I partecipanti ai focus groups sono state persone di livello culturale medio-alto, ma non sono mancate persone con meno preparazione che si sono iscritte perché preoccupate per le notizie contrastanti lette sui giornali o perché hanno avuto drammatiche esperienze personali.

Molte le donne (circa i due terzi). La maggior parte dei cittadini che hanno partecipato è di età superiore ai 45 anni; un terzo di età inferiore. Per quanto riguarda l’occupazione sono molto varie: pensionati, studenti, medici. Ma anche liberi professionisti, insegnanti, docenti. Moltissime le persone impegnate in attività di volontariato. Il town meeting sarà supportato anche dall’uso delle nuove tecnologie (computer, internet, video conferenze) che consentiranno a ciascuno di esprimere le propria opinione attraverso il sistema elettronico. Il percorso è agevolato anche da un documento informativo redatto con il supporto del “Comitato dei garanti per il dibattito pubblico sul testamento biologico” che ne hanno supervisionato il contenuto per garantire la massima coerenza delle informazioni ed il rispetto di tutti gli orientamenti.

L’evento del 25 aprile è stato presentato stamani dall’assessore comunale e regionale alla partecipazione democratica. “Sarà un’occasione per far emergere l’opinione delle persone comuni – ha detto l’assessore alla partecipazione democratica del Comune di Firenze- su un argomento delicato come il testamento biologico e che interroga tutti i cittadini sul proprio futuro. Il 25 aprile giornata simbolo della rinascita della libertà e della democrazia in Italia, avremo anche l’occasione di utilizzare, attraverso le tecnologie, nuovi strumenti di democrazia” L’iniziativa coinvolge in modo simultaneo Firenze e Torino e rientra nel progetto Biennale Democrazia promossa dalla città di Torino e dalla Regione Piemonte nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. “Sarà il contributo dei cittadini al Parlamento – ha spiegato l’assessore regionale- cittadini che non si sostituiscono alle istituzioni ma sono portatori di una saggezza popolare a volte sconosciuta nei politici e legislatori. Un contributo ancora più importante nel caso di un argomento delicato come il testamento biologico, che ha già diviso paese e parlamento. Il town meeting serve a gettare una ponte per far dialogare persone che la pensano in maniera diversa, cercando una posizione condivisa”.

Lo scopo dell’evento non è di tipo referendario, ottenere dei si o no, ma di rilevare in modo approfondito e articolato orientamenti, atteggiamenti e opinioni dei partecipanti. I cittadini che parteciperanno al town meeting saranno per il 56 per cento donne, 72 per cento residenti a Firenze, 25 per cento di età inferiore ai 45 anni, il 40 per cento fra i 46 re 65 anni, il 35 per cento oltre i 65

Ultime notizie