L’iniziativa è organizzata dal Comitato e dalla Lega Atletica Uisp di Firenze, in collaborazione con l’assessorato allo sport, l’assessorato ai nuovi stili di vita del Comune e la Fondazione Tommasino Bacciotti, con la partnership di Reebok, Ataf, Publiacqua, Quadrifoglio e Energia e Domotica, sono attesi oltre 3 mila atleti di tutte le età impegnati nella gara agonistica sui 21 chilometri e 97 metri, e nelle due non competitive che la affiancheranno: una stracittadina di 10 chilometri e la “Tommasino Run” per i più piccoli. Un triplice appuntamento tutto da correre che sarà l’evento culminante di una tre giorni di festa all’insegna dello “sportpertutti” che animerà la splendida cornice della piazza a partire dal pomeriggio di venerdì 4, con l’inaugurazione del Vivicittà Village. Infatti, piazza Santa Croce, fulcro della manifestazione, si trasformerà in un “villaggio dello sport globale”, con una serie di iniziative e eventi che animeranno lo spazio degli stand espositivi e dell’accoglienza atleti.

La XXV edizione di Vivicittà ripropone un tracciato che attraversa il cuore del centro storico, cogliendo i punti più belli della città: piazza Signoria, piazza del Duomo, Ponte Vecchio e piazza Santa Croce, solo per citarne alcuni. Un percorso capace di unire un grande evento internazionale di sport al piacere di vivere una grande emozioni immersi nella cultura e nell’arte fiorentina. Il tracciato, della lunghezza di circa 10 chilometri e mezzo, sarà percorso una volta dai partecipanti alla non competitiva e due dagli atleti iscritti alla gara agonistica.

L’evento fiorentino, rinnova quest’anno il suo impegno nel campo del sociale legato alla “Tommasino Run”, corsa di circa un chilometro riservata ai bambini e organizzata in collaborazione con la Fondazione Tommasino Bacciotti, che si occupa dello studio, della cura dell’assistenza e dell’informazione sui tumori cerebrali infantili. L’iscrizione alla Tommasino Run è gratuita per i bambini, che riceveranno in omaggio alcuni simpatici gadget.

Sono tante le iniziative all’insegna del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità messe in campo dalla Vivicittà Firenze Half Marathon, grazie alla collaborazione con le aziende che gestiscono i servizi pubblici. Ataf, per promuovere la cultura del trasporto pubblico riducendo l’inquinamento, permetterà a tutti gli atleti in possesso del pettorale di gara di viaggiare gratuitamente sui bus di linea dalle 10 di sabato 5 alle 15 di domenica 6 aprile, mentre la partnership con Publiacqua consentirà di utilizzare l’acqua di rete in tutti i punti di ristoro e di spugnaggio lungo il percorso, eliminando le bottigliette di plastica, grazie anche all’utilizzo di speciali bicchieri in “mater bi”, plastica vegetale ottenuta dal mais, smaltibile come rifiuto organico.

Grande attenzione sarà dedicata anche allo smaltimento differenziato dei rifiuti, con Quadrifoglio che metterà a disposizione nell’area partenza/arrivo cassonetti per i rifiuti organici e per plastica, alluminio o simili e speciali raccoglitori lungo il percorso. La raccolta sarà poi effettuata da mezzi e personale del Quadrifoglio in collaborazione con il personale dello staff di Vivicittà.

Piazza Santa Croce ospiterà anche un “Punto informativo ambientale”, curato dallo Sportello Ecoequo, e sarà consegnato un questionario a tutti gli atleti per rilevare la loro sensibilità al rispetto ambientale, mentre Energia e Domotica distribuirà a tutti i partecipanti lampadine a basso consumo e materiale informativo sul risparmio energetico. Venerdì 4 aprile alle 15,30 aprirà i battenti il “Vivicittà Village” in piazza Santa Croce, con spazi espositivi e centro accoglienza atleti. Sabato 5 aprile, l’esposizione dei mezzi storici dei Vigili del Fuoco, dalle 10 alle 13 e dalle 15,30 alle 18,30 l’esibizione delle scuole di ginnastica e di danza della Uisp. Nel corso della giornata sarà possibile cimentarsi con il golf, con prove organizzate dalla Lega Golf Uisp