sabato, 24 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Torna la Festa del camionista

Torna la Festa del camionista

L'appuntamento è sabato 12 e domenica 13 settembre a Foiano della Chiana, per la quarta edizione della "Festa del camionista". In programma spettacoli, divertimenti per tutti i gusti e tutte le età, acrobazie, musica, cabaret e l’elezione della miss, ma anche momenti di dibattito sulla sicurezza stradale.

-

Una festa per i camionisti. Ma non solo. Torna sabato 12 e domenica 13 settembre, allo Stadio dei Pini di Foiano della Chiana (Arezzo), la “Festa del Camionista”, organizzata dagli autotrasportatori di Cna Fita Arezzo, con il Patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Foiano.

La festa, negli anni, ha avuto un’eco nazionale e una vasta partecipazione di pubblico, richiamato dalle attrazioni spettacolari e le performance acrobatiche di livello internazionale, oltre che da momenti di spettacolo ed intrattenimento apprezzati e vissuti con partecipazione dai visitatori.

Nel programma dell’edizione 2009 tanti spettacoli, divertimenti per tutti i gusti e per tutte le età, acrobazie, musica, cabaret e l’elezione della Miss, ma anche momenti di dibattito sulla sicurezza stradale e il rispetto delle norme di circolazione, mettendo in primo piano il complesso lavoro dell’autotrasportatore e il ruolo del settore nel sistema economico nazionale.

 

Ultime notizie

Fiorentina a caccia della vittoria. Al Franchi arriva l’Udinese

L'anteprima di Fiorentina - Udinese in programma al Franchi domenica 25 ottobre alle 18: le probabili formazioni

L’Insolita Trattoria Tre Soldi di Firenze: quando il piatto trae in inganno

In via d'Annunzio nasce una trattoria 'insolita' di nome e di fatto: qui i piatti non hanno niente di canonico o ordinario e sono una continua sorpresa per gli occhi e per il palato.

Vaccino antinfluenzale 2020 in Toscana: quando, dove e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Ludopatia: il Covid non ferma il gioco d’azzardo patologico

Aumentano i giocatori d’azzardo patologici e si temono gli effetti della crisi Covid. Una cura c’è, ma bisogna agire subito