Si tratta di alcune delle iniziative che prenderanno il via giovedì 3 aprile nell’ambito del consueto pacchetto di provvedimenti previsti in occasione della ztl estiva presentati questa mattina dall’assessore alla sicurezza e vivibilità urbana e dall’assessore alle attività produttive. L’assessore alla sicurezza e vivibilità ha sottolineato come questi interventi, insieme al progetto dei tavolini per le strade che sarà presentato a breve, hanno l’obiettivo di conciliare divertimento e vivibilità serale e notturna della città, soprattutto del centro storico.

Rispetto agli anni scorsi, sono molte le novità della primavera-estate 2008. Prima di tutto la nuova organizzazione della ztl, articolata in due zone concentriche con orari e divieti differenziati tanto che quella più ristretta è di fatto un’area pedonale; in secondo luogo l’avvio del Night Train, il servizio sperimentale di trasporto da e per il centro storico effettuato dal trenino a Gpl; e ancora la sostituzione delle transenne in corrispondenza degli accessi alla zona a traffico limitato con cartellonistica fissa.

Prenderà il via prossimo fine settimana e andrà avanti fino al 31 ottobre. Quest’anno a differenza del passato la zona a traffico limitato sarà articolata in due sottozone, caratterizzate da orari e divieti diversificati: nella fascia esterna, delimitata dal consueto perimetro della ztl notturna (settori A, B, D ed E estesa a San Niccolò fino a via dei Bastioni e piazza Ferrucci e in Oltrarno anche a piazza Pier Vettori e piazza Gaddi), di fatto continua la cosiddetta ztl Cenerentola per sperimentarne l’efficacia anche nel periodo estivo.

Il divieto di transito per i non autorizzati scatterà a mezzanotte e si concluderà alle 4 dei giorni del fine settimana (quindi venerdì, sabato e domenica).

Il Night Train effettuerà servizio nelle notti in cui è in vigore la ztl notturna estiva (giovedì, venerdì e sabato) dalle 23 alle 4. I mezzi saranno due, circoleranno su un percorso di 9 chilometri con una frequenza di 20 minuti ed effettueranno 24 fermate. l trenino-navetta serve i quattro parcheggi di Parterre (capolinea), Beccaria, Murate e Ghiberti: grazie a un accordo tra Firenze Parcheggi la sosta in tutti i parcheggi di struttura gestiti dalla società escluso quello della stazione (Parterre, Beccaria, Ghiberti, Alberti e Fortezza) costerà 0,50 euro all’ora.