martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Toscana, disoccupazione al 9%: mai...

Toscana, disoccupazione al 9%: mai così in alto dal 1990

Il mercato del lavoro è in continuo ripiegamento. Anche la Toscana, seppur con più lentezza rispetto ad altre regioni, sta subendo questa influenza. Nel 2013 è previsto un tasso di disoccupazione del 9%.

-

Nel 2013 la disoccupazione in Toscana arriverà al 9%. Mai così in alto dal 1990.

DATI. Questa previsione arriva dall’istituto regionale per la programmazione economica, l’Irpet. Secondo i dati raccolti, fra il 2008 e il 2012 la Toscana ha perso l’1,1% di occupati, con una caduta di Pil del 4,5%. 

LAVORO. In Toscana il mercato del lavoro, nonostante sia superiore ad altre regioni, è in continuo ripiegamento. Si sta assistendo ad una diminuzione degli occupati, sempre fra 2008 e 2012 sono andati infatti perduti 51mila posti di lavoro dipendente.

GIOVANI. A farne maggiormente le spese di questa crisi economica e lavorativa, sono le nuove generazioni, aumentano infatti coloro che sono alla ricerca di un primo impiego, in un mondo del lavoro sempre più congelato e senza sbocchi.

Ultime notizie

Palestra artistica alle Murate: un luogo dove “allenare” il talento

Perché non allenare anche il proprio talento? A Le Murate è nata la Palestra artistica, dove gli attrezzi sono penna, pennello e scalpello

Teatro del Maggio: l’ultimo Barbiere di Siviglia (prima dello stop)

Il Barbiere di Siviglia è l'ultima opera in programmazione al Teatro del Maggio prima dello stop alle rappresentazioni teatrali imposte dal governo a causa del coronavirus.

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, uno tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto