giovedì, 21 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSeconde case in Toscana, si...

Seconde case in Toscana, si può andare: la Regione non rinnova l’ordinanza

Chi può andare verso le seconde case in Toscana e cosa cambia per gli spostamenti con l'arrivo della zona arancione e la scadenza dell'ordinanza della Regione

-

Con il passaggio in zona arancione, in Toscana si può andare nelle seconde case, anche se si arriva da fuori regione: il governatore Eugenio Giani non ha rinnovato l’ordinanza emessa per le due settimane a cavallo di Pasqua che limitavano questi tipi di spostamenti. Restano in vigore le regole nazionali che consentono di raggiungere l’abitazione secondaria, ma solo in particolari condizioni. Ecco quando è possibile recarsi nelle residenze di villeggiatura, al mare, in campagna o in montagna.

Cosa cambia in Toscana per le seconde case con la zona arancione: via libera a chi arriva da fuori regione

Fino a domenica 11 aprile un’ordinanza del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani imponeva restrizioni maggiori, rispetto alle norme nazionali, per chi era diretto verso la seconda casa. Gli spostamenti erano permessi solo per chi viveva in regione, per gli altri il viaggio era consentito solo per motivi di salute, di lavoro, di studio oppure per comprovate e gravi situazioni di necessità e di indifferibilità.

Da lunedì 12 aprile 2021 in Toscana si può andare verso le seconde case anche se non si è residenti nella regione: con il passaggio in zona arancione, Giani non ha prorogato l’ordinanza e al momento non è intenzionato a decidere ulteriori misure in materia.

Quando si può andare nelle seconde case in Toscana: con la zona arancione la Regione non rinnova l’ordinanza

Anche in Toscana si applicano quindi le regole nazionali dell’ultimo decreto Covid per gli spostamenti verso le seconde case, che siano esse in zona rossa e arancione: ecco quando si può andare in queste abitazioni anche provenendo da fuori regione

  • lo spostamento, nella stessa regione o fuori regione, viene fatto solo dal nucleo familiare (convivente) proprietario della seconda casa
  • la seconda casa non è abitata da persone diverse dal nucleo familiare convivente proprietario dell’immobile
  • la seconda casa è stata acquistata o affittata prima del 14 gennaio 2021

In sostanza, se si residenti in Toscana o si proviene da fuori regione e si è proprietari di una seconda casa, dal 12 aprile si può andare verso questa abitazione solo con le persone con cui si condivide la casa principale (ad esempio mamma, papà e bambini), ma non ritrovarsi nelle seconde case con altri parenti. In caso di controlli durante gli spostamenti verso le seconde case nella zona arancione toscana, è necessario compilare il modulo di autocertificazione (qui il pdf). Le forze dell’ordine successivamente potranno controllare la veridicità di quanto dichiarato.

Per lavoro posso fare avanti-indietro dalla seconda casa?

Se si rispettano queste condizioni, si può fare avanti indietro tra le seconde case e il posto di lavoro, anche se questo si trova fuori dalla Toscana. Nonostante fino a sabato 17 aprile siano presenti delle aree rosse locali, come in tutti i comuni delle province di Prato e Firenze, le regole nazionali consentono adesso di raggiungere l’abitazione secondaria anche nei territori rossi. Questi aspetti vengono chiariti dalle FAQ del governo al Dpcm e all’ultimo decreto Covid.

Ultime notizie