Tramvia, ma non solo. Arrivare in treno vicino all’aeroporto di Firenze o da qui partire per Empoli, Pisa, Livorno e Siena. Tra due anni e mezzo sarà possibile: il Comune di Firenze e Rfi, Rete Ferroviaria Italiana, hanno presentato il progetto per creare una nuova “fermata-stazione” all'altezza di viale Guidoni sulla linea ferroviaria esistente che collega Firenze a Pisa.

Questo nuovo stop dei treni sarà connesso, grazie a scale e ascensori, alla vicina fermata “Guidoni” della linea 2 della tramvia. In questo modo sarà possibile scendere dal treno e, dopo pochi passi, prendere il tram (o viceversa). In più, sempre nella stessa zona e a servizio della fermata della tramvia T2, è in via di realizzazione un parcheggio scambiatore per 1500 veicoli (250 posti saranno già disponibili a fine 2018).

Guidoni, “La fermata più integrata”

“Sarà la fermata ferroviaria più integrata di tutta la Toscana che consentirà di collegare quest’area di Firenze con tutte le principali destinazioni tra cui Empoli, Siena, Pisa, Livorno – ha spiegato il sindaco di Firenze Dario Nardella – A questo di aggiunge il fatto che sarà collegata con la nuova linea T2 della tramvia Aeroporto-Stazione grazie alla quale i pendolari potranno arrivare in centro come pure al polo ospedaliero di Careggi utilizzando il trasporto pubblico su ferro grazie all’interscambio ferrovia-tramvia. E l’integrazione sarà resa ancora più efficiente dal nuovo parcheggio scambiatore che entrerà in servizio a fine anno, inizialmente con 250 posti che in prospettiva diventeranno 1.500, ad uso principalmente dei pendolari e anche dei bus turistici come avviene con Villa Costanza”.

Fermata Guidoni tramvia treno

Cosa prevede il progetto

La nuova fermata dei treni sarà realizzata con due banchine da 250 metri sul ponte ferroviario di viale Giudoni, quello sotto cui passano i veicoli provenienti da Novoli prima di svoltare a destra su viale XI agosto per andare all’aeroporto e all'autostrada A11. Il progetto prevede la possibilità di creare anche delle passerelle pedonali, una per collegare le due “sponde” di viale Guidoni e la seconda sopra viale XI agosto. Saranno poi creati dei percorsi pedonali che arriveranno fino alla fermata “Guidoni” della linea 2, da una parte, e Montegrappa dall'altra.

I tempi di realizzazione

In due anni e mezzo, comprensivi dei tempi autorizzativi, Firenze si arricchirà di un ulteriore tassello che contribuirà a rendere più conveniente e immediata la preferenza del trasporto pubblico rispetto alle altre modalità”, ha chiarito Maurizio Gentile amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana.