Dopo gli innumerevoli slittamenti sembra essere confermata a breve l’apertura dei cantieri della linea 2 della tramvia. I lavori partiranno prima nella zona di Peretola per poi spostarsi in via di Novoli. La chiusura delle strade porterà non pochi disagi ai cittadini e alle imprese che, come sottolinea Confesercenti, vogliono certezze.

LE RICHIESTE. Morena Baldacci responsabile di Confesercenti per il quartiere 5, in un incontro con l’assessore alla mobilità del Comune di Firenze, Massimo Mattei, ribadisce le richieste a suo tempo già fatte  sulle modalità dei lavori. Si richiedono tempi certi nella realizzazione e sopratutto  l’ organizzazione di cantieri leggeri, non invasivi,“corti”, da essere così compatibili con le attività degli esercizi interessati dai disagi.

RISORSE AGGIUNTIVE PER LE IMPRESE. Tra le proposte di Confesercenti anche facilitazioni per i commercianti, come “sconti” sulle bollette e sulle tasse locali per l’intera durata dei cantieri.  L’associazione chiede, in particolare, un fondo di rotazione a tasso zero, l’ abbattimento di alcuni tributi locali minori, la sospensione del pagamento dei mutui attivati per l’esercizio dell’attività e  delle bollette di acqua, luce e gas, oltre alla possibilità di trasferire l’attività a costo zero, secondo il modello “Temporary Store”.

PAURA DI RIPETERE GLI STESSI ERRORI.“A pochi giorni dall’inizio dei lavori della linea 2 – prosegue Baldacci – è incomprensibile che nonostante ripetute nostre richieste, non si cominci a discutere ed entrare nel merito delle proposte di Confesercenti, con il rischio che quando ci saranno davvero i cantieri non ci siano ancora le risorse per sostenere le imprese gravemente colpite dai disagi. Vogliamo evitare di ripercorrere l’esempio dei cantieri della linea 1, con i conseguenti errori e ritardi che tanto hanno creato disagi al tessuto commerciale di quella zona”.

VIDEOREPORTAGE. Già nei mesi scorsi il Reporter era andato a sentire i commercianti dell’isolotto e del quartiere 5 sulla questione tramvia.

{youtube}U_GKuQWfOwI{/youtube}