venerdì, 7 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTurismo, 2010 da record. Boom...

Turismo, 2010 da record. Boom di brasiliani

Altro che crisi. Complici anche i prezzi, decisamente ribassati nel corso dell'ultimo anno, nel 2010 Firenze e provincia hanno fatto il pienone di turisti. Cifre in crescita sotto ogni fronte, anche se calano leggermente gli italiani e il numero di notti trascorse in città. Gli Stati Uniti tornano all'assalto, ma il futuro viene da Brasile, India, Cina e Australia.

-

 

Altro che crisi. Complici anche i prezzi, decisamente ribassati nel corso dell’ultimo anno, nel 2010 Firenze e provincia hanno fatto il pienone di turisti. Cifre in crescita sotto ogni fronte, anche se calano leggermente gli italiani e il numero di notti trascorse in città. Gli Stati Uniti tornano all’assalto, ma il futuro viene da Brasile, India, Cina e Australia.

I DATI. I dati del 2010 mostrano una crescita, non solo rispetto agli anni della crisi 2008-2009, ma anche nei confronti del 2007, quando è stato segnato il record positivo delle 11 milioni di presenze in provincia di Firenze. Rispetto all’anno scorso gli arrivi crescono del 13,7%. Spiccano i valori registrati nel mese di marzo e nel trimestre maggio – luglio; in evidenza l’impennata registrata dalla domanda straniera che cresce del 14,5% rispetto all’anno precedente.

CHI ARRIVA. Stabile, anche se in leggera flessione, il mercato nazionale, mentre gli stranieri tornano a crescere al ritmo del 14%. A fare la parte del leone sono sempre gli Usa, come numeri assoluti, ma in proporzione sono Brasile, Russia, India e Cina a incrementare maggiormente le presenze: in particolare il Brasile vede crescere le presenze del 69% mentre la Russia cresce del 54%. Tornano i giapponesi, soprattutto in città.

DOVE. A fare meglio è Firenze città, mentre nel resto della provincia la crescita è più contenuta ma comunque percepibile. E qui crescono anche i turisti italiani. Aumentano anche i posti letto: negli ultimi 10 anni le strutture extralberghiere (B&B, agriturismi, affittacamere) hanno moltiplicato le camere (+80%) molto di più rispetto agli hotel.

MUSEI. Buone notizie anche dal fronte musei. Gli ingressi al Polo Museale Statale sono aumentati del 6% circa, raggiungendo circa 4 milioni e 800 mila accessi, con gli Uffizi che vedono aumentare i loro ingressi di quasi l’8%; gli ingressi al complesso del Duomo sono cresciuti del 6% arrivando a circa 1 milione e 400 mila. In forte crescita anche gli ingressi al complesso dei Musei Comunali che superano le 620 mila unità con una crescita rispetto all’anno precedente di oltre il 40%.

PROSPETTIVE. Per l’anno a venire le prospettive continuano ad essere positive, ma soprattutto per quanto riguarda il turismo internazionale. “Si stima una ulteriore crescita – dichiara l’assessore provinciale al turismo Giacomo Billi – anche nella primavera 2011; non sono confortanti invece le indicazioni che provengono dal mercato nazionale e i segnali di ripresa potrebbero registrarsi solamente nell’estate 2011.

Ultime notizie