lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTutti pazzi per Napolitano!

Tutti pazzi per Napolitano!

L'82% dei toscani ha fiducia nel Presidente della Repubblica. Subito dopo vengono Chiesa e Regione. Lo dicono i risultati dell'intervista di metà novembre di Emg su un campione di mille toscani.

-

L’82% dei toscani si riconosce nel Presidente della Repubblica. Lo dicono i risultati dell’intervista di metà novembre di Emg, per conto della Regione, su un campione di mille toscani.

DOPO NAPOLITANO, CHIESA E REGIONE. Subito dopo il Presidente della Repubblica viene la Chiesa (61%), ma il 58% ha fiducia anche nelle istituzioni della Regione e del Comune. Nessuna buona notizia per i partiti invece, di cui si fida solo il 15% degli intervistati, per quanto riguarda i partiti nazionali, e il 26% riguardo i rappresentanti locali. Si salvano solo il sindacato e le associazioni professionali, oltre al volontariato, ancora radicato in modo diffuso.

VORREI DIRE LA MIA! Sono in molti però a dirsi disponibili a partecipare. Il 30% degli intervistati dice che sarebbe molto o abbastanza interessato a partecipare ad iniziative che riguardano il proprio comune, per parlare in special modo di lavoro e occupazione, ambiente, smog e politiche per i giovani. Per quanto riguarda i temi a livello regionale, la percentuale di chi sarebbe disponibile a dire la propria scende di poco e ai temi più gettonati si aggiungono sanità, turismo, sviluppo economico e sicurezza.

PARTECIPARE. MA ATTRAVERSO QUALI CANALI? I mille toscani giudicano inoltre positivamente le forme e gli strumenti di partecipazione finora utilizzati. Ciò significa che gli sforzi finanziari della Regione per quanto riguarda tale questione non sono sono stati vani, anche grazie alla legge del 2008 che prevede dibattiti pubblici e coinvolgimento dei cittadini per le tematiche più importanti.

OPERE URBANISTICHE PROMOSSE. Promosse anche le iniziative messe in atto dalla Regione e dai Comuni per quanto riguarda le opere urbanistiche e di pianificazione del territorio: solo il 22% degli intervistati ne dà un giudizio negativo, considerandole ‘operazioni di facciata’ dei politici.

Ultime notizie