venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Umbria e Toscana: accordo sull'acqua

Umbria e Toscana: accordo sull’acqua

Firmato l'accordo tra il presidente della Regione Toscana Claudio Martini e quello dell'Umbria Maria Rita Lorenzetti: raddoppia per la Toscana il prelievo idrico dell'invaso di Montedoglio, passando dagli attuali 20 milioni di metri cubi a 43 milioni.

-

Le due regioni utilizzeranno in totale ogni anno 77,7 milioni di metri cubi d’acqua, cioè la metà della capacità dell’invaso, risolvendo così gran parte dei loro problemi di approvvigionamento idrico, riducendo il rischio di esondazioni, garantendo il minimo vitale al Tevere e il recupero del livello del lago Trasimeno. L’invaso di Montedoglio si trova sul fiume Tevere ed è situato in provincia di Arezzo al confine con l’Umbria e ha una capacità di circa 150 milioni di metri cubi, di cui circa 100 utilizzabili.

L’accordo stabilisce anche il monitoraggio degli effetti del protocollo, studio e ricerca per arrivare a una pianificazione ottimale della risorsa idrica, ma prevede anche che venga elevato fino a 20 milioni di metri cubi d’acqua, rispetto agli attuali 14,5 attuali, il volume dell’invaso per accogliere eventuali piene del Tevere così da salvaguardare le zone a valle dal rischio di esondazione.

“L’accordo è la concretizzazione della soluzione che serviva – commenta Martini – ad entrambe le regioni. Per noi avrà effetti positivi non soltanto per la nostra agricoltura, ma soprattutto per il rifornimento ed il sostegno alla rete degli acquedotti che riforniscono una zona delicata come la Val di Chiana sia nel versante aretino che in quello senese”.

“Questa scelta – ha continuato Martini – avrà effetti positivi sui costi della risorsa e porterà sia ad una riduzione delle tariffe a carico dei cittadini, che ad un minor prelievo dalle zone amiatine, da tempo in sofferenza per la diminuzione delle piogge”.

Ultime notizie

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi