«Firenze – ha sottolineato Giovanni Varrasi, presidente della commissione per la qualità urbana – ha bisogno di bellezza e di persone che la considerino elemento fondamentale della nostra comunità. L’obiettivo è dunque quello di tutelare quanto le generazioni precedenti le hanno consegnato, di produrne di nuova per il presente ed il futuro. La Società dell’Iris, un’organizzazione di grande valore civile, concorre appassionatamente a questo progetto. La dedizione degli iscritti alla celebrazione e tutela di un fiore, ma, con esso, di una tradizione e persino di una civiltà, è elemento qualificante per la qualità urbana della nostra città».

«Il Giardino dell’Iris, il cui ingresso si trova al piazzale Michelangelo – ha spiegato il Presidente Varrasi – resterà fino al 20 maggio con orario 10,00-12,30 e 15,00-19,00. Consigliamo a tutti i fiorentini, magari in compagnia dei loro bambini, di visitare il giardino. Si tratta di un angolo di paradiso collocato nel grande spazio della collina, per il quale è in corso una nostra forte battaglia politica, tendente a farlo diventare uno spazio pubblico dedicato al diletto dei fiorentini e non ad interessi privati».

La cerimonia di premiazione del concorso avrà inizio alle 10.