giovedì, 1 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Un nuovo porto per l'Elba

Un nuovo porto per l’Elba

nuovo distretto nautico all'Elba

-

“E’ finita l’emergenza per l’Elba ed è scattata l’ora dello sviluppo” ha commentato l’assessore regionale al territorio Riccardo Conti annunciando la notizia della creazione di un nuovo distretto nautico. “Abbiamo dovuto gestire una fase molto difficile – ha proseguito Conti – contrastando il tentativo di cementificazione di una delle realtà più preziose del nostro territorio. Adesso finalmente possiamo passare allo sviluppo sostenibile, volto a dotare l’Elba di servizi di qualità che apriranno l’isola al turismo e alla ricettività di alto livello, oltre a proiettarla nel merc! ato grazie all’acquisizione di standard competitivi nel settore della nautica”.

“Attraverso lo strumento dell’accordo di pianificazione – ha dichiarato il sindaco di Portoferraio Roberto Peria – che modificherà l’attuale piano strutturale, daremo unitariamente il via, ad una grande operazione di riordino urbanistico del water-front di Portoferraio, attualmente una delle aree più degradate del nostro territorio, trasformandola nel cuore pulsante di un nuovo modello di sviluppo locale che punta sulla nautica di qualità, sulla riconversione e diversificazione produttiva, sull’innovazione, sul potenziamento infrastrutturale”.

Il progetto, come ha spiegato il sindaco Peria,  si realizzerà attraverso tre piani regolatori portuali, conseguenti all’accordo di pianificazione. Nascerà un grande progetto di sviluppo cantieristico ed artigianale; sul water-front verranno insediati un nuovo porto-pescherecci, un nuovo mercato del pescato, servizi vari, un nuovo albergo, la nuova piscina comunale con annessa beauty-farm, un polo commerciale dei prodotti nautici, uno yacht-club. Verrà spostato il deposito carburanti al di fuori dell’area cittadina.

Grazie al Pit i parcheggi saranno dimensionati in maniera più adeguata e San Giovanni ospiterà un grande parco pubblico in connesione al porto. Adeguato spazio sarà dato alla nautica minore e sociale. Prevista anche una pista ciclabile lungomare.La portualità dell’isola diventa quindi un primo tassello per realizzare quell’intesa fra Comuni elbani, Provincia di Livorno, Autorità portuale e Regione, che sarà utile a attuare i progetti di riqualificazione delle singole realtà portuali.

L’appuntamento più importante sarà a gennaio con la Manifestazione nazionale sulla Mobilità organizzata dalla regione Toscana. In quell’occasione all’isola d’Elba saranno invitati tutti i maggiori operatori internazionali della portualità che potranno conoscere e confrontarsi con gli strumenti e gli scenari per la portualità turistica e per la nautica in attuazione del Piano di indirizzo territoriale della Toscana (Pit) e del masterplan dei porti, con particolare riferimento ai progetti in corso tra cui appunto, quello di Portoferraio.

Ultime notizie

Test antigenico e tampone rapido Covid, come funzionano e come si fanno

Dopo porti e aeroporti è in arrivo anche a scuola, ma cos'è, come viene fatto e come funziona il test rapido antigenico per il Covid

Vaccino antinfluenzale 2020-2021 in Toscana: quando e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Concorso straordinario scuola 2020: il calendario delle prove, tutte le date

Quando si terranno i test per i docenti precari delle scuole medie e superiori

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze