sabato, 6 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Un treno in più per...

Un treno in più per i pendolari

A partire da lunedì 16 febbraio, i pendolari toscani avranno a disposizione un convoglio in più che, da Arezzo, raggiungerà la stazione di Firenze Campo di Marte e proseguire lungo la direttrice pistoiese. Quasi 600 i posti a sedere.

-

Il nuovo Vivalto, con cinque carrozze e 594 posti a sedere, garantirà ai pendolari aretini un migliore servizio per raggiungere la stazione di Firenze Campo di Marte e proseguire lungo la direttrice pistoiese. Il treno partirà, per la prima volta, lunedì 16 febbraio alle 6,42 dalla stazione di Arezzo.

Per il treno 6604 sulla linea Arezzo-Pistoia – spiega una nota della Regione – l’entrata in vigore del nuovo orario, il 14 dicembre scorso, ha reso necessario il potenziamento del servizio, specialmente dopo le numerose segnalazioni di sovraffollamento pervenute al numero verde (800-570530) istituito dalla Regione Toscana per reclami e proteste sui servizi di trasporto pubblico. Dopo i controlli del servizio ispettivo regionale, il Governo toscano si è attivato per accellerare i tempi con Trenitalia e sopperire alle esigenze dei cittadini pedolari, con l’inserimento del primo di 4 nuovi treni Vivalto che dovrebbero arrivare entro il 2009 ed avere come destinazione la linea aretina.

Da lunedì, intanto, il nuovo treno, che da Arezzo arriverà a Pistoia alle 8,38, e che rimarrarà a far servizio sulla linea Firenze-Arezzo-Chiusi per l’intera giornata. Finora, la Regione aveva inserito i primi sei treni Vivalto impiegati in Toscana soltanto sulla linea Firenze-Viareggio, per risolvere problemi di sovraffollamento.

“Questi nuovi treni – spiega l’assessore regionale ai trasporti Riccardo Conti – rappresentano una tappa importante nel processo di rinnovo del materiale. I 6 già arrivati sulla linea Firenze-Viareggio, questo sulla linea Arezzo-Pistoia e gli altri 3 che entro l’anno entreranno a fare parte della ‘squadra toscana’ rappresentano un altro sforzo della Regione Toscana nella costante battaglia per rendere il servizio migliore e più efficiente: il 60% delle soppressioni è provocato proprio da guasti ai treni. Resta il problema che comunque le risorse della sola Regione non bastano a coprire il reale fabbisogno e che ad oggi, nonostante le tante promesse, non sono previsti nuovi stanziamenti del Governo per il trasporto pubblico pendolare nella nostra regione”.

Ultime notizie

La presa del potere, lezioni di storia online dai più famosi teatri d’Italia

Un ciclo speciale delle Lezioni di Storia dal 7 marzo al 16 maggio in streaming, direttamente dal palco dei più importanti teatri italiani

Di che colore è la Toscana: zona rossa o arancione la prossima settimana (8-14 marzo)?

La prossima settimana (8-14 marzo) la Toscana resta in zona arancione, ma con qualche zona rossa locale: Pistoia, con le scuole chiuse, e due comuni tra Livorno e Pisa. Sorvegliate speciali Empoli e Prato

Fiorentina, contro il Parma è una gara da ultima spiaggia

Senza Ribery un vero e proprio spareggio tra pericolanti. Ballottaggio tra Eysseric e Callejòn: le probabili formazioni di Fiorentina - Parma

A Firenze laboratori di circo e teatro per bambini, ragazzi e adulti (gratis)

Gli appuntamenti del progetto "Fuori centro - Racconti urbani", un programma di laboratori di circo, teatro e narrazione dedicato a bambini, ragazzi e adulti nei quartieri periferici di Firenze. Tutto gratis