lunedì, 18 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Una legge per la ricerca

Una legge per la ricerca

Arriverà la nuova legge sulla ricerca il cui iter si concluderà entro circa un mese di tempo. E' l'accordp tra Regione e Atenei toscani

-

E’ questo il messaggio scaturito dall’incontro che si è svolto nella sala giunta di Palazzo Bastogi tra i vertici regionali (il presidente Claudio Martini accompagnato da numerosi assessori) e dai rettori degli atenei e degli istituti universitari toscani.

Un messaggio chiaro e inequivocabile, considerato il dibattito che si è aperto proprio in questi giorni sul mondo universitario nazionale, i livelli di qualità degli atenei e i relativi criteri di finanziamento.

La Toscana ha bisogno, ha affermato tra l’altro il presidente della Regione, di un forte cambiamento e soprattutto sente la necessità di dare una risposta di sistema alla discussione che si è aperta.

Arriverà quindi opportuna la nuova legge sulla ricerca il cui iter, ha continuato il presidente, si concluderà entro circa un mese di tempo.

Una legge che non si limita a registrare l’esistente ma si muove nell’ottica della semplificazione, della selezione, del riordino e del coordinamento, capace di superare incrostazioni conservatrici e di praticare una iniezione di dinamismo al sistema.

La legge prevede la costituzione di una vera e propria rete della ricerca toscana, strumenti per sostenere e promuovere il trasferimento dei risultati della ricerca nel mondo produttivo e dei servizi, introduce un sistema di valutazione e di monitoraggio in relazione al rapporto tra i finanziamenti e i risultati dei vari filoni di ricerca.

Già nel corso del dibattito di questa mattina si sono delineati, negli interventi di numerosi rappresentanti del mondo universitario, le problematiche e gli orientamenti del mondo accademico toscano. La discussione, ha proseguito il presidente, continuerà in base alla bozza che verrà presentata la prossima settimana, ampliando ulteriormente i temi. C’è il problema, ad esempio, delle difficoltà finanziarie in cui versa il sistema universitario toscano, ma anche di come affrontarlo con uno sforzo innovativo, disegnando nello stesso tempo un modello di relazioni tra istituzioni e università capace anche di far fronte alle difficoltà che si profilano all’orizzonte dell’ economia toscana almeno per i prossimi due anni. In un momento di estrema competizione in ogni settore, ha concluso il presidente, è ancora più necessaria una risposta condivisa alle questioni sul tappeto.

Ultime notizie

Che colore siamo oggi: colori e zona nelle regioni d’Italia (18 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Covid in Toscana, 18 gennaio: contagi in calo ma pochi tamponi

Dati su contagi di Covid in Toscana aggiornati al 18 gennaio: i nuovi casi positivi e il punto della situazione nel bollettino della Regione

Roboante sconfitta viola a Napoli

La classifica torna a preoccupare

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio