La commissione toponomastica, nella sua ultima seduta, ha approvato la proposta della consigliera Lucia Matteuzzi (Partito Democratico)di intitolare una strada o una piazza alla onorevole Bianca Bianchi che dal 1970 al 1974 ha ricoperto la carica di vicesindaco.

“La personalità politica di Bianca Bianchi – ha sottolineato Lucia Matteuzzi – meritava questo riconoscimento, anzi mi meraviglia che non ci sia pensato prima. Bianca Bianchi ha avuto un importante ruolo nella vita politica cittadina come consigliera comunale eletta alle prime elezioni democratiche dopo la liberazione nel 1946 e poi è stata la prima ed unica vicesindaco donna. Oltre a questo è stata anche deputata eletta all’Assemblea Costituente“.

“Era nata a Vicchio di Mugello nel 1914, in una famiglia di tradizione socialista – ha ricordato la consigliera del PD – suo padre era segretario della locale sezione del partito socialista. Dopo il trasferimento a Firenze presso alcuni parenti per studiare ed aver conseguito il diploma all’istituto magistrale Capponi, si era iscritta alla facoltà di Magistero dove si era laureata nel 1939 con Ernesto Codignola. Dopo essersi dedicata per alcuni anni all’insegnamento, la sua grande passione, ben presto era stata esclusa da molte scuole per il suo non allineamento al regime fascista. Aderì alla Resistenza nelle formazioni del partito d’azione. Dopo la liberazione ritornò all’insegnamento ma scoprì la politica, iniziando a frequentare le sedi del partito socialista. Da questo momento cominciò il percorso che la porterà a ricoprire ruoli di primo piano nella politica e nelle istituzioni. Negli ultimi anni della sua vita si è dedicata soprattutto agli studi e alla sua passione per la scrittura ed ha pubblicato numerosi libri”.