domenica, 26 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn’aula intitolata a Peppino Impastato

Un’aula intitolata a Peppino Impastato

Lotta alla mafia, una biblioteca o un’aula istituzionale del Comune di Firenze sarà intitolata a Peppino Impastato. E’ stata approvata all’unanimità dal Consiglio comunale la mozione proposta dal consigliere Giovanni Fittante (Pd).

-

“La vita di Impastato, ucciso per mano della mafia la notte tra l’8 e il 9 maggio 1978 – ha affermato Fittante – è la storia di un uomo che ha saputo sfidare la mafia cominciando da quella che aveva in casa propria”.

“Fin da giovanissimo – ricorda il consigliere Pd – aderì alle lotte dei contadini che subirono l’esproprio delle terre per la costruzione della terza pista dell’aeroporto, costituì il gruppo “Musica e Cultura” (1975), e nel 1976 fondò “Radio Aut” (interessante esperimento di radio libera, abbastanza in voga all’epoca, in cui si coniugava l’esigenza di “rottura” culturale con la ricerca di un nuovo – per l’epoca – veicolo per l’impegno politico)”.

La lotta alla mafia – ha spiegato Fittante – deve essere elemento centrale dell’operato di qualsiasi amministrazione, soprattutto per Firenze, da sempre luogo di cultura e di civiltà, che si è sempre contraddistinta per il suo impegno contro la mafia e le organizzazioni criminali, oltre ad essere la città dove ha vissuto Antonino Caponnetto, fondatore del Pool Antimafia di Palermo”.

Fittante ha anche sottolineato che “la mozione approvata oggi non è solo un omaggio allo scrittore, al giornalista ed al politico Peppino Impastato che ha dato la sua vita per la lotta alla mafia, ma vuole anche essere di stimolo per rinnovare e tenere sempre alto l’impegno civile delle istituzioni a favore della cultura della legalità lanciando un messaggio soprattutto ai giovani con iniziative da promuovere nelle scuole e nei quartieri con incontri e dibattiti su questo tema.”

Ultime notizie