mercoledì, 28 Luglio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUn'isola ecologica per i rifiuti

Un’isola ecologica per i rifiuti

Un'isola ecologica interrata per i rifiuti in piazza Santa Maria Novella. La giunta comunale ha approvato, su proposta dell'assessore ai lavori pubblici e al ciclo integrato dei rifiuti Paolo Coggiola, la delibera per l'intervento per un costo complessivo di 244mila 200 euro, a carico di Quadrifoglio.

-

“Nel centro storico, patrimonio mondiale dell’Unesco, – ha spiegato l’assessore Coggiola – sono emerse situazione di criticità legate alla rilevante produzione di rifiuti che possono causare problemi di decoro urbano, anche per la presenza di cassonetti. Per questo con atti del 2006 e 2007 la giunta ha approvato il ‘Progetto isole ecologiche in nove piazze storiche’ che, oltre a Santa Maria Novella, prevede cassonetti interrati anche in piazza dell’Unità d’Italia, San Lorenzo, Madonna degli Aldobrandini, Mercato Centrale, Indipendenza, Salvemini, Carmine e Santo Spirito, che Quadrifoglio si è impegnato a realizzare, in qualità di soggetto incaricato della gestione dei servizi di igiene urbana”.

L’isola ecologica interrata si compone di tre impianti che verranno installati in corrispondenza dell’ingresso alla piazza (lato hotel Roma) in posizione tale da limitare al minimo l’impatto visivo degli elementi esterni rispetto alla facciata della chiesa. Il punto individuato per l’ubicazione (concordato coi tecnici della Soprintendenza) è ottimale sia per non recare intralcio alle attività ricettive sia per le operazioni di svuotamento da parte dei mezzi del Quadrifoglio. Tre, come detto, i cassonetti interrati: uno (circa 20 metri cubi) destinato ai rifiuti indifferenziati e 2 (5 metri cubi ciascuno) per i quelli riciclabili. Entrambi i sistemi sono dotati di torretta di conferimento per i rifiuti (unica parte visibile fuori terra). La struttura è dotata di una piattaforma che, sollevandosi a filo piazza, consente di prelevare i rifiuti dai contenitori.

Ultime notizie