L’episodio, avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 16, ha preso il via da un controllo effettuato dagli agenti in piazza delle Cure. Qui i vigili hanno notato che un’auto in sosta in uno spazio a pagamento (senza però averlo effettuato) esponeva un contrassegno invalidi. A prima vista il permesso sembrava autentico ma da ulteriori controlli è emerso che invece si trattava di una fotocopia.

Vista l’impossibilità di rimuovere il veicolo (il tipo di infrazione non prevede questa possibilità), gli agenti hanno effettuato accertamenti per rintracciare il proprietario dell’auto e il titolare del permesso. Accertamenti che si sono conclusi alle 21.30 quando i vigili si sono recati presso le abitazioni del titolareproprietario del veicolo (ovvero il fratello della invalida). (una donna che non è risultata in casa e all’appello mancava anche l’auto) e del

L’uomo era in casa e l’automobile era parcheggiata nella strada con ancora esposto la fotocopia del contrassegno. Questi è stato quindi denunciato per sostituzione di persona, truffa e falsità materiale. Sono in corso accertamenti in merito alla legittimità dei numerosi passaggi sotto le porte telematiche di accesso alla ztl e alle corsie effettuate dal telepass abbinato al permesso.