I minori di 20 anni e i soggetti a rischio sono già “coperti”: in Toscana per loro il vaccino anti-meningite è garantito in modo gratuito indipendentemente dalla campagna straordinaria di vaccinazione lanciata l’anno scorso dalla Regione. Per gli “over 20” invece la situazione cambia da provincia  a provincia.

Firenze, Prato e Pistoia

È stata prorogata fino al 31 marzo 2017 la campagna straordinaria di vaccinazione contro il meningococco di tipo C. Da 20 anni in su, senza tetti massimi di età, il vaccino contro la meningite è gratis per chi risiede o ha il domicilio sanitario nelle province di Firenze, Prato e Pistoia.

Non pagano anche gli studenti fuori sede che sono iscritti a un’università oppure a scuole di primo o secondo grado in queste tre zone, dove si è registrato finora il numero più alto di casi di meningite.

Massa Carrara, Pisa, Livorno, Lucca, Arezzo, Siena, Grosseto

Anche in questo caso la campagna va avanti fino al 31 marzo 2017. Cambia però la fascia d’età per cui il siero è offerto gratuitamente, che va dai 20 anni ai 45 (non ancora compiuti). Chi supera quest’età deve pagare il ticket per sottoporsi alla vaccinazione.

Fanno eccezione le persone che sono state in contatto con un soggetto infetto da meningococco C, individuate dai servizi di igiene pubblica delle Aziende Usl. Per loro il vaccino è gratis.

Dubbi e domande sulla campagna di vaccinazione

Per informazioni sulla campagna di vaccinazione contro il meningococco C e per avere i riferimenti dell’Azienda Usl competente, dove prenotare il vaccino, sono attivi il  numero verde regionale 800556060 dalle 9.00 alle 15.00, dal lunedì al venerdì e l'indirizzo info.meningococcoc@regione.toscana.it.

Questi servizi non danno informazioni di carattere medico, per le quali invece è necessario rivolgersi al proprio medico di famiglia. Sul sito della Regione si trovano inoltre tutti i dettagli sul vaccino contro la meningite in Toscana, con i contatti delle varie Ausl.