domenica, 26 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIn Toscana vaccino anti-Covid dal...

In Toscana vaccino anti-Covid dal medico di famiglia e in farmacia

Presto saranno siglati dalla Regione Toscana gli accordi per il vaccino anti-Covid in farmacia e dal medico di famiglia. Saranno decise anche le modalità di prenotazione

-

In Toscana il vaccino anti-Covid sarà fatto anche in farmacia e nello studio del medico di famiglia, anche se rimangono da mettere a punto gli ultimi dettagli sulla modalità della prenotazione delle dosi. Dopo i cinquantenni, proprio in questi giorni la nostra regione è una delle prime in Italia ad aprire le agende del portale online agli over 40. Ma adesso guarda avanti. Questa settimana (17-23 maggio) sarà cruciare per siglare l‘accordo con le farmacie e i medici di famiglia per la somministrazione dei vaccini, ha annunciato il presidente della Regione Eugenio Giani.

Toscana, da quando si potrà prenotare il vaccino in farmacia

Il nuovo passo della campagna vaccinale passa dalla farmacia. Il governatore Giani incontrerà le associazioni di categoria mercoledì 19 maggio per cercare di chiudere l’intesa. Se andrà tutto liscio, la Regione Toscana punta a far arrivare i vaccini anti-Covid in farmacia entro fine maggio o, al massimo, nei primi giorni del mese di giugno, con il via alla prenotazione. L’accordo interesserà sia le strutture comunali sia quelle private.

Ancora non è chiaro come verrà fatta la prenotazione del vaccino, per chi vorrà recarsi nella farmacia sotto casa: se usando il portale online o in un altro modo. Di sicuro la somministrazione seguirà le priorità dettate dal calendario vaccinale.

Vaccino dal medico di famiglia sì, ma non per tutti: come funziona in Toscana

Accanto alla farmacia, in Toscana si riaprirà un altro canale di somministrazione che permetterà agli utenti di farsi somministrare il vaccino direttamente nello studio del medico di famiglia. Una strada scelta dalla Regione anche per l’immunizzazione degli over 80. Secondo quanto spiegato da Giani, questa strategia ha portato a essere secondi in Italia con oltre il 87% delle persone sopra gli 80 anni che hanno ricevuto prima e seconda dose.

Restano da affinare solo gli ultimi aspetti dell’accordo, ma il governatore è intenzionato a chiudere l’intesa il prima possibile perché “i medici di base significano qualità della vaccinazione”, ha detto. Di sicuro gli over 70 potranno fare il vaccino dal medico di famiglia, visto che anche in Toscana questa fascia di età è la più scoperta, ma ancora non si conoscono le modalità di prenotazione. Si sta valutando inoltre se estendere questa possibilità ai sessantenni.

Ultime notizie