giovedì, 24 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaVia a cantieri per l'emissario...

Via a cantieri per l’emissario sulla riva sinistra dell’Arno

partiranno a luglio i cantieri per il nuovo collettore in riva sinistra d'arno e per depurare gli scarichi di 120.000 abitanti

-

“Con l’ultima autorizzazione dell’Autorità di ambito, giunta questa mattina con il voto unanime dell’assemblea dei 49 sindaci dell’area Publiacqua, possiamo finalmente aprire, nei primi giorni di luglio, i cantieri per l’emissario fognario in riva sinistra d’Arno di Firenze”.

Si tratta di un’opera storica  – continua D’Angelis – che vedrà la messa in opera di 6.8 km di tubi del diametro di 2 metri per trasferire al depuratore di San Colombano gli scarichi di 120.000 fiorentini non ancora allacciati alla fognatura. Chiuderemo con tre anni di lavori una pagina nera che vede Firenze ancora con scarichi di reflui civili in Arno, rispettando le prescrizioni delle normative europee”.

Così il presidente di Publiacqua, Erasmo D’Angelis, annuncia oggi il prossimo via ai lavori per l’emissario in riva sinistra di Firenze il cui progetto preliminare fu presentato da Palazzo Vecchio nel 2000 ed ha subito anni di ritardi per l’accavallarsi di normative nazionali, procedure burocratiche, rinvenimento di mine della seconda guerra mondiale e di rifiuti lungo il tracciato.

Ma Firenze non è sola nella lista nera italiana degli 820 casi di irregolarità denunciati dall’Unione Europea che dal 2015 farà scattare pesanti sanzioni. Oggi, infatti, 15 italiani su cento non hanno scarichi collegati a una fogna e 30 su cento non dispongono del servizio di depurazione. Per questo l’obiettivo non si concluderà con il collettore fognario fiorentino ma portando a depurazione tutti gli scarichi dei nostri Comuni.

Ultime notizie