lunedì, 28 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Via alla trentatreesima edizione della...

Via alla trentatreesima edizione della Firenze-Fiesole-Firenze

Il 23 dicembre si corre la Firenze-Fiesole-Firenze: gli atleti potranno scegliere di cimentarsi su tre diversi percorsi. Nardella: ''Un ideale gemellaggio fra podismo e ciclismo a pochi mesi dal mondiali 2013''.

-

Domenica 23 dicembre si corre la trentatreesima edizione della Firenze-Fiesole-Firenze – Corri e cammina con La Nazione, manifestazione podistica amatoriale organizzata dall’Aics.

L’INIZIATIVA. La partenza (ore 9) e arrivo sono allo stadio di atletica leggera Luigi Ridolfi al Campo di Marte. Gli atleti potranno scegliere di cimentarsi su tre diversi percorsi: dal classico fino a piazza Mino a Fiesole di sedici chilometri e mezzo, all’intermedio di km 6,5 fino a San Domenico, oppure con il più ridotto di soli 2 chilometri e mezzo completamente pianeggiante sulle strade che circondano il Campo di Marte. ” La vicinanza fra Firenze e Fiesole – ha sottolineato il vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella – non riguarda solo la carta geografica. Le affinità fra le due città spaziano dalla storia alla cultura, dal paesaggio allo sport. Infatti da ormai 33 anni nel mese di dicembre l’Aics ripropone quella che ormai potremo definire una classica del podismo nazionale. Un appuntamento che tiene più che mai vivo il legame fra le nostre realtà in una sorta di anticipo della costituenda Città Metropolitana e che quest’anno assume un significato ancor maggiore perché, di fatto, chiude il ricco e variegato calendario di eventi inseriti nel programma di ‘Firenze Città europea dello sport 2012’. Ma la corsa podistica rappresenta un’altra ghiotta occasione per ricordare una volta di più il più grande appuntamento che la Toscana abbia mai ospitato: i campionati mondiali di ciclismo del prossimo mese di settembre. Un evento che proietterà Firenze e Fiesole sotto i riflettori del mondo, in una disciplina che ha molte assonanze col podismo”.

LA STORIA. La manifestazione nata agli inizi degli anni ‘20 per iniziativa della società sportiva Edera, dopo alcune edizioni fu sospesa nel 1925 per alterne vicende e riproposta – da qui il termine “riedizione” – nel 1979 dai dirigenti Aics fiorentini Carlo Alberto Calamandrei e Lamberto Matteuzzi. Dopo un primo periodo a carattere competitivo, la corsa fu trasformata, in linea con l’ideale dell’Associazione dello sport per tutti, in “non competitiva” e con carattere sempre più marcatamente culturale e sociale. Inoltre, in considerazione ed a conferma dei principi di solidarietà che accomuna l’Aics con le associazioni del territorio, anche per quest’anno è partner della manifestazione l’Associazione Lorenzo Guarnieri onlus.

INFORMAZIONI. E’ prevista la partecipazione di atleti e gruppi sportivi provenienti da tutte le Regioni, oltre ai gruppi delle Forze Armate, di associazioni di immigrati, gruppi sportivi anche spontanei, ma soprattutto di intere famiglie in cerca di relax e divertimento. Per informazioni: 055 561172/3 – info@aicsfirenze.net – www.aicsfirenze.net. Premi ai raggruppamenti sportivi con il maggior numero di partecipanti e di atleti che avranno compiuto l’intero percorso prescelto. Per il secondo anno consecutivo il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha concesso una propria medaglia quale premio di rappresentanza.

Ultime notizie

Bonus tv, come richiederlo: modulo pdf per televisione e decoder DVB-T2

Addio al vecchio televisore o al vecchio decoder: in arrivo un nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. Per le famiglie a basso reddito c'è però un voucher per compare nuovi apparecchi

“Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin. La recensione

Se nei primi capitoli vi sembrerà di saggiare l’acqua con i piedi sul bagnasciuga, scoprirete, man mano che andate avanti, di trovarvi sempre più a largo, nel mare aperto dell’esistenza di Violette

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili