lunedì, 6 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaViareggio, un Ferragosto di lavoro....

Viareggio, un Ferragosto di lavoro. Per ripartire

In attesa dell'ufficializzazione della nomina di Claudio Martini a commissario straordinario, in Regione si lavora senza sosta per accelerare la ricostruzione dopo il disastro ferroviario. Domani si concludono i sopralluoghi e iniziano le operazioni di smaltimento. In fase di preparazione la richiesta di sospensione del pagamento dei tributi.

-

Viareggio, dopo la strage ferroviaria un Ferragosto di lavoro. In attesa della nomina di Claudio Martini a commissario straordinario per Viareggio, in Regione si lavora per accelerare la ricostruzione. Con tempi addirittura più brevi del previsto. I sopralluoghi tecnici avviati lunedì scorso, e per i quali si era preventivata una durata di un paio di settimane, ad esempio – spiega la Regione in una nota – si concluderanno già domani. I tecnici hanno lavorato, facendo base in un ufficio en plein air, allestito in pineta.

Ma non solo. Ieri pomeriggio si è svolta una riunione tecnica tra Regione, Comune di Viareggio e Provincia di Lucca per avere il dettaglio delle esigenze di tutte le imprese danneggiate, e disporre poi un provvedimento per risarcirle. Gli uffici del presidente Martini stanno inoltre predisponendo la richiesta di sospensione del pagamento di tutti i tributi per tutti coloro che sono rimasti vittime o comunque hanno subìto danni in seguito al disastro ferroviario. La richiesta, che partirà nei prossimi giorni, sarà indirizzata al Ministero delle Finanze. Negli uffici dell’assessore all’istruzione Gianfranco Simoncini, inoltre, si sta lavorando alla messa a punto di un decreto per finanziare con 20mila euro l’inserimento negli asili nido di bambini che appartengono a famiglie colpite. Il contributo, che fa parte delle risorse del fondo di emergenza, verrà corrisposto al Comune di Viareggio.

Infine, ieri il magistrato, ha dato l’autorizzazione a smaltire tutte le macerie, e il Comune ha predisposto un intervento di massima urgenza perché le operazioni di smaltimento siano più veloci possibile. Il lavoro partirà nei prossimi giorni e si dovrebbe concludere entro fine mese.

Ultime notizie