giovedì, 4 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Volt, il movimento per l'Europa...

Volt, il movimento per l’Europa in congresso a Firenze

-

A Firenze arriva Volt Italia, il movimento politico paneuropeo che si presenterà alle prossime elezioni Ue, con la partecipazione di numerose personalità della politica italiana. In un fine settimana già pieno di eventi, incontri, manifestazioni e conferenze, al cinema Odeon sabato 2 e domenica 3 febbraio si aggiungerà il congresso nazionale di questo soggetto politico.

Cos'è Volt Europa

VOLT è un movimento nuovo e un po' atipico nel panorama politico del continente. Nasce dall’idea di un gruppo di giovani che, dopo il voto al referendum della Brexit e le prospettive sempre più negative per il futuro europeo, si sono riuniti per impegnarsi attivamente nel tentare di costruire un'alternativa. Così, il 27 marzo 2017, giorno in cui la Gran Bretagna ha attivato il procedimento di recessione dall'Unione Europea, è ufficialmente nato VOLT.

Non è però legato a un unico luogo o riconducibile a un’unica persona, si estende invece a tutti i paesi europei e i suoi rappresentanti provengono da realtà diverse ma tutti sarebbero alla loro prima esperienza effettivamente politica. Il movimento si rivolge dunque principalmente ai giovani ma anche a tutti coloro che vorrebbero dare fiducia a un’Europa diversa o che desiderano guardare al futuro con una prospettiva di lungo periodo. Infatti, nel caso in cui VOLT non superi il 4% richiesto per entrare al Parlamento Europeo, i suoi membri – spiega il movimento – si rimboccheranno le maniche e cercheranno di costruirsi una base solida a livello nazionale e poi internazionale.

Il programma e le primarie

Volt è presente ovviamente anche in Italia, la sua sede principale è a Roma ma  per tutto il finesettimana, dal 2 al 3 febbraio, si sposterà a Firenze per il suo congresso nazionale. Al cinema Odeon sono infatti chiamati tutti i tesserati, simpatizzanti o semplicemente chi è curioso di conoscere questa realtà.

Dopo una breve presentazione dell’insolito programma, chiamato Dichiarazione di Amsterdam dal nome della città in cui è stata redatta e approvata, si svolgeranno anche le primarie per scegliere quali candidati italiani andranno poi effettivamente a svolgere il lavoro a Bruxelles. Saranno presenti anche numerosi ospiti tra cui i coordinatori nazionali, Andrea Venzon presidente di VOLT Italia, i suoi colleghi di Francia e Germania.

Volt Firenze - Andrea Venzon programma congresso Firenze

Foto: pagina Facebook Andrea Venzon (presidente Volt Italia)

Parteciperanno anche importanti personalità collegate al movimento come Carlo Calenda, già ministro dello Sviluppo economico, Marco Bentivogli, segretario di Fim CISL nazionale, Marco Cappato di Più Europa, Monica Frassoni di Verdi Europei che saranno intervistati da Francesco Cancellato direttore del quotidiano online Linkiesta.it.

Ma perché il congresso nazionale di Volt è a Firenze?

Perché Firenze è una delle città dove si trova il gruppo più numeroso e strutturato e perché è anche al centro dell'Italia e rappresenta simbolicamente un incontro a metà strada per i membri italiani di Volt. L’assemblea costituente si era svolta a Bologna l’anno scorso e la prossima grande riunione, il Congresso Europeo, sarà invece a Roma.

La kermesse fiorentina si concluderà domenica con una marcia attraverso il centro della città. L’appuntamento per i partecipanti è previsto alle 10.00 in piazza San Marco e dovranno attraverso questa manifestazione sensibilizzare quante più persone alla nuova realtà politica, fare informazione e chiedere agli interessati un aiuto per diffondere la voce. La marcia terminerà alle 12.00 in piazza Repubblica, con una raccolta firme. 

Per fugare ogni ulteriore dubbio o soddisfare qualche curiosità si può visitare il sito di Volt Italia oppure aspettare e vedere cosa succederà questo fine settimana.

Ultime notizie

Covid Toscana, sono i 1.163 nuovi casi: i dati del 3 marzo

I dati del bollettino Covid della Toscana del 3 marzo: casi di nuovo sopra quota mille, percentuale positivi al 4,67%

A che ora chiudono i bar e fino a quando sono aperti per l’asporto

Il nuovo Dpcm Draghi stabilisce a che ora chiudono i bar e i ristoranti dal 6 marzo: ecco quando possono stare aperti e le novità per gli orari dell'asporto

Centri commerciali aperti o chiusi sabato e domenica: cosa dice il nuovo Dpcm

Shopping a ostacoli. In zona bianca, gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali anche per il nuovo Dpcm Draghi. Quando riapriranno?