martedì, 26 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Zuffa in consiglio comunale

Zuffa in consiglio comunale

Si è sfiorata la rissa oggi pomeriggio durante il consiglio comunale di Firenze con momenti di tensione tra il consigliere di Forza Italia Paolo Amato e il socialista Alessandro Falciani. Motivo della polemica, le intercettazioni e il caso Fondiaria Sai.

-

Che non sarebbe stata una placida seduta del consiglio comunale si poteva anche prevedere. Immaginare la bagarre che c’è stata, magari sarebbe stato un attimo più azzardato.

E invece ci è mancato poco che volassero i cazzotti. Attori dello scontro Amato e Falciani. Quest’ultimo, passando davanti ad Amato, mentre abbandonava, come annunciato, l’aula, gli ha detto “Siete tutti di banda”.

Di lì il caos, con i toni alzati, e Amato che si alza per rincorrere Falciani. A bloccarli prima che si scontrassero ci hanno pensato due agenti della polizia municipale e il consigliere An Stefano Alessandri. Anche il pubblico ha detto la sua, e si è alzato un coro che suggeriva “dimissioni”.

Al presidente del consiglio comunale, Eros Cruccolini, non è rimasto altro da fare se non interrompere la seduta per qualche minuto in attesa che si placassero gli animi.


Ultime notizie

Ecco com’è fatta Immuni. Sperimentazione al via in tre regioni

Il "tour" della prima versione di Immuni in un video: com'è fatta e come funziona l'app. Il ministro Speranza: "Siamo alle battute finali"

Coronavirus, la mappa del contagio in Toscana

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione

Coronavirus, in Toscana solo 3 casi. Il bollettino del 26 maggio

Mai così pochi dal 2 marzo. Aumentano i guariti: le ultime notizie di oggi, 26 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Election day: regionali in Toscana e referendum il 20 – 21 settembre

Un'unica tornata elettorale per le elezioni regionali (Toscana e altre sei regioni), le comunali e il referendum: si va verso l'election day