Sono più di 2500 gli spettatori che hanno affollato le 35 repliche di questo particolare connubio tra divulgazione e arti sceniche.

Per la chiusura stagionale “In sua movenza è fermo” si consacra ad uno dei suoi personaggi più conosciuti, Antonio Meucci, del quale ricorreranno il 13 aprile, i duecento anni dalla nascita. In omaggio a Meucci, e in attesa dell’inaugurazione il 17 aprile proprio alla Pergola di una mostra che ne celebrerà le gesta e racconterà i progressi della tecnologia teatrale dell’Ottocento, sarà rimessa in funzione per i visitatori del 12 aprile l’antica forgia con la quale venivano costruiti i leggendari “martelli da macchinista”, ammirati e acquistati in tutto il mondo.

Si potrà così capire come funzionano, quale sia la loro particolarità e come ancora oggi possano essere realizzati: un omaggio a quella tradizione di manualità che in teatro non deve essere mai perduta. Presenti come sempre gli attori della Compagnia delle Seggiole che cura la realizzazione della visita: diretti dal regista e autore dei testi Giovanni Micoli si alterneranno Fabio Baronti, Marcello Allegrini, Mario Altemura, Natalia Strozzi e Sabrina Tinalli. S

12 Aprile:Sono previsti due appuntamenti: mattina (10.30/11.30/12.30) e sera (20.00/21.00/22.00). Ingresso 10 euro, prenotazioni al 333.2284784.