venerdì, 12 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniEventiFirenze, al Teatro del Maggio...

Firenze, al Teatro del Maggio dal 2024 non solo opera

Presentato il programma dei prossimi mesi del Teatro del Maggio di Firenze: concerti, opera e spettacoli per famiglie e per il nuovo anno spazio anche a pop, rock e jazz

-

- Pubblicità -

Il Teatro del Maggio a Firenze si avvia verso la fase di rilancio dopo le turbolenza del periodo successivo alla fine dell’era Pereira.

Teatro del Maggio, presentato il programma: tutte le novità

Il commissario straordinario Ninni Cutaia ha presentato il programma del Teatro del Maggio per il periodo compreso tra settembre e dicembre 2023 e ha tracciato le linee guida per gli anni a venire: non più solo opera e musica sinfonica ma una maggiore apertura a musica jazz, pop, rock e arti performative soprattutto nel periodo estivo, quando è possibile sfruttare non solo gli spazi delle grandi sale del teatro ma anche il potenziale della cavea esterna, già in passato utilizzata per concerti di musica leggera.

- Pubblicità -

“Benvenuti al Maggio”, il Teatro di Firenze ricomincia così

La nuova stagione del Teatro del Maggio di Firenze, che potrà riparte grazie all’impegno congiunto del Ministero della Cultura, del Comune e della Città Metropolitana di Firenze, della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e di Intesa Sanpaolo ripartirà il 13 settembre 2023 con il concerto dal titolo simbolico “Bentornati al Maggio” diretto dall’amatissimo maestro Zubin Metha e interamente dedicato alle musiche di Mozart.

Dal 14 al 29 novembre – in previsione del 2024, in cui si celebrano i 100 anni dalla morte di Giacomo Puccini – andrà in scena un’opera amata dal pubblico come la Bohème, in programma per sei recite, ripresa dell’edizione del settembre 2017 firmata dalla regia di Bruno Ravella (ripresa da Stefania Grazioli), con la direzione di Giacomo Sagripanti.

- Pubblicità -

Per il versante sinfonico-concertistico sono nove i concerti in programma al Teatro del Maggio di Firenze, molti dei quali ripetuti in due sere per un totale di quattordici appuntamenti che comprendono i primi due concerti diretti da Zubin Mehta, quello che apre la programmazione il 13 settembre, proposto al pubblico come “Bentornato al Maggio”, il secondo del 22 con replica il 23 settembre con un programma tutto dedicato a Mendelssohn e poi, a partire dal 29 settembre e fino al 7 dicembre, il ciclo dei cinque concerti per pianoforte di Beethoven, le cinque sinfonie di Honegger e cinque autori del XX secolo diretto Daniele Gatti (ogni volta replicati in due serate); il concerto in coproduzione con Ort-Orchestra della Toscana il 4 ottobre presso la basilica di Santa Croce, che vedrà impegnato il Coro del Maggio e ancora il concerto per celebrare i 90 anni del Coro del Maggio diretto dal maestro del Coro Lorenzo Fratini il 22 dicembre. A questi si aggiunge anche il concerto natalizio del Coro di Voci Bianche dell’Accademia del Maggio in programma il 19 dicembre.

Famiglie a teatro: al Maggio il Flauto Magico e i concerti per i più giovani

Grande attenzione a Firenze da parte del Teatro del Maggio anche per le famiglie con bambini, che potranno godere de La meravigliosa storia del flauto magico, spettacolo in collaborazione con Venti Lucenti per il progetto “All’Opera” tratto dal Flauto magico di Wolfgang Amedeus Mozart. Dal 1° ottobre al 17 dicembre 2023 inoltre va in scena “C’è Musica & Musica”, ciclo di otto concerti per famiglie, nuovo progetto del Teatro del Maggio dedicato alla divulgazione, in programma la domenica mattina alle 11 di taglio fresco, gioioso dedicati ai giovanissimi per scoprire, attraverso un percorso musicale e narrativo, il mondo del teatro, della recitazione e della musica. 

- Pubblicità -

Il 2024 al Teatro del Maggio, prima del Festival

Da gennaio 2024 fino al Festival del Maggio, il cui avvio è previsto in Teatro a Firenze il 13 aprile, sono annunciati due titoli nel periodo invernale: in gennaio, le musiche di scena di Peer Gynt di Edvard Grieg, con la direzione di Nikolas Naegele e la regia di Pier Paolo Pacini e, in marzo, l’opera Don Pasquale di Gaetano Donizetti con il debutto nella direzione di questo titolo di Daniele Gatti nell’allestimento di Jonathan Miller andato in scena per la prima volta nel cartellone del Comunale nel 2001 e tre concerti sinfonici, due in febbraio e uno in marzo. Lo spettacolo per bambini in febbraio è La principessa di gelo, ispirato a Turandot di Giacomo Puccini.

Maggio, il Festival 2024

Nel corso del Festival del Maggio che giunge all’86esima edizione e che prende avvio il 13 aprile con un concerto diretto da Daniele Gatti si annunciano tre opere liriche: Turandot, in aprile e primi di maggio, nel celebre allestimento di Zhang Yimou e la direzione del maestro Zubin Mehta; in maggio e per tre recite, Jeanne Dark, l’opera contemporanea commissionata a Fabio Vacchi che sarebbe dovuta andare in scena nel 2021 ma che fu cancellata a causa della pandemia. La direzione è affidata oggi come allora ad Alessandro Cadario e la regia a Valentino Villa. Infine Tosca, cinque recite a fine maggio e inizio giugno, con la direzione di Daniele Gatti e la regia di Massimo Popolizio. Il programma sinfonico del Festival è composto da cinque concerti, il primo dei quali, quello inaugurale diretto da Daniele Gatti più – il sesto concerto in cartellone – la prestigiosa ospitalità dei Wiener Philharmoniker con il maestro Riccardo Muti. Nel prossimo Festival è previsto inoltre uno spettacolo dedicato alla danza in prima italiana Trilogia dell’estasi di Roberto Zappalà, due recite a fine maggio in sala Mehta e un’importante collaborazione con il con il Teatro della Toscana/Teatro della Pergola e il Théâtre de la Ville di Parigi, per la regia di Bob Wilson.

 

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -