giovedì, 3 Dicembre 2020
Home Sezioni Eventi Se la Piazza si accende

Se la Piazza si accende

-

Un piccolo festival autonomo che è diventato uno degli appuntamenti imperdibili del settembre fiorentino, e che ha visto esibirsi musicisti come Riccardo Tesi, Giovanni Nannini, Stefano Bollani, Antonello Salis, Peppe Servillo, Raffaello Pareti, Les Italiens con Giancarlo Cauteruccio, Stefano ‘Cocco’ Cantini, Mirko Guerrini, Javier Girotto, Pietro Tonolo, Francesco Maccianti, Barbara Casini, Ray Mantilla e Rossana Casale. Direttore artistico della rassegna musicale è Alessandro di Puccio che, in ogni edizione, presenta generi diversi e che ogni volta si sono dimostrati in sintonia con i gusti del pubblico eterogeneo che frequenta la piazza.

Si parte lunedì 8 settembre con il gipsy jazz di Jacopo Martini e Lollo Meier gypsy quartet, una band di musicisti provenienti da Italia, Germania e Olanda. Due chitarre, un violino e un contrabbasso esploreranno la tradizione gitana nello stile del grande Django Reinhard. Lollo Meier, chitarrista zingaro olandese di etnia Manouche, ha suonato nei pi� importanti festival internazionali, come il Festival di Samois Sur Senne in Francia, l’Esprint Manouche in Inghilterra e vari festival di Gypsy Jazz in America. Jacopo Martini, artista fiorentino, � stato citato dalla rivista francese ‘Etudes Tziganes’ come uno dei più originali interpreti della tradizione gitana degli ultimi anni.

Marted� 9 settembre saràla volta di Rum, spettacolo di Luisa Cottifogli tratto dall’omonimo album. Un concerto che è evento multimediale, immerso in suggestive video-installazioni e antichi racconti, che unisce magicamente suoni contemporanei e parole di un mondo passato. I testi dei brani, in dialetto romagnolo, sono poesie dei primi delle 900, ninnananne, filastrocche, dirindine e canti di lavoro. La musica originale parla i pi� svariati diversi linguaggi: rock-pop, jazz classico e contemporaneo,musica elettronica, passando da ritmi sudamericani, africani, sciamanici alla pura melodia e all�improvvisazione. Gli Alkord quintet band formata da musicisti classici e musicisti jazz – suoneranno mercoledì 10 settembre. Charo Martin voce, Alberto Capelli alla chitarra e autore delle composizioni, Eugjen Gargjola al violino, Silvia Dal Paos al violoncello, Nicola Negrini al contrabbasso e Stefano Rapicavoli alle percussioni formano un ensemble multiforme aperto all’improvvisazione jazzistica, al patrimonio del flamenco e a suggestioni minimali contemporanee. Una musica originale, altra, centrata con discrezione ma intensità sul talento del giovane violinista albanese Eugjen Gargjola, e sulla ricchezza culturale della sua terra. 

Giovedì 11 settembre suonerà il Giua quartet Direttamente da Sanremo arriva una delle voci pi� eclettiche tra i giovani musicisti italiani: Giua spazia dalla musica brasiliana al fado portoghese, dalla canzone d’autore alla tradizione popolare italiana e straniera. Dal 6 giugno 2008 � in rotazione nelle principali radio italiane il nuovo singolo Argento Viv. La rassegna si chiude venerdì 12 settembre con lo spettacolo Dopo la guerra arrivo’ un giorno la musica… il nuovo progetto musicale di Alessandro Di Puccio con la sua orchestra Les Italines, prodotto da Marco Lamioni, dedicata alla musica da ballo del “dopoguerra italiano”. Partendo da un�attuale e naturale necessità di espansione dell’espressività jazz verso forme e linguaggi musicali della cultura mediterranea, l’orchestra Les Italiens è andata alla riscoperta del passato musicale del nostro paese, nel quale ha trovato la principale fonte d’ispirazione per la propria musica. Boogie woogie macchiati di tarantella, rumbe, melodie mediterranee e canzonette all’italiana sostenute da uno swingante jump style.  Frutto di un’accurata e documentata ricerca storica (con filmati e registrazioni audio originali) e di una serie di video interviste, lo spettacolo sarà coadiuvato dalla divertente conduzione del bravissimo David Riondino.

info: www.piazzadellapassera.it 

 

Ultime notizie

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi

Spostamenti tra comuni, il nuovo Dpcm di Natale: stop dopo il 3 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza

Spostamenti tra regioni, il decreto Natale in Gazzetta Ufficiale

Arriva la firma sul cosiddetto decreto Natale: il testo definitivo del decreto legge 2 dicembre che regola gli spostamenti...

Covid Toscana, salgono i casi: il bollettino del 3 dicembre

I dati dal bollettino della Regione sui contagi di Covid in Toscana al 3 dicembre 2020: nuovi casi, andamento e punto della situazione