sabato, 4 Dicembre 2021
HomeSezioniEventiViaggio teatrale nella storia della...

Viaggio teatrale nella storia della Misericordia

S’intitola ''Senza Alchuno Prezo o Premio'' ed è la quinta visita spettacolo realizzata dalla fiorentina Compagnia delle Seggiole, per i testi e la regia di Giovanni Micoli. Un viaggio teatrale all’interno di un’importante istituzione di Firenze, la Venerabile Arciconfraternita della Misericordia, che vanta oltre sette secoli di storia.

-

Dopo averci condotto nelle stanze del monastero della Certosa, del teatro della Pergola, dello Spedale degli Innocenti e della Biblioteca Nazionale, la Compagnia delle Seggiole si appresta ora a guidarci all’interno di un’altra importantissima istituzione fiorentina, ancora una volta per raccontarcene la storia e svelarcene i segreti.

ALLA SCOPERTA DELLA MISERICORDIA. A partire da giovedì 31 marzo e fino a domenica 3 aprile, infatti, si aprono le porte della Venerabile Arciconfraternita della Misericordia in occasione della visita spettacolo “Senza Alchuno Prezo o Premio”, che ogni sera si svolgerà in due turni, alle 20.45 e alle 22.00, ciascuno di al massimo 45 persone.

LA STORIA. “C’è tanto da raccontare perché la storia della Misericordia è legata a doppio filo con la storia di Firenze: della Firenze medievale, rinascimentale e soprattutto a quella della peste  – spiega Fabio Baronti della Compagnia delle Seggiole – iI ruolo della Misericordia durante la peste ‘boccaccesca’ del trecento e di quella ‘manzoniana’ del seicento fu, inutile dirlo, di primaria importanza”.

PUNTO DI RIFERIMENTO. E la sede di piazza Duomo forse non basterà a narrare quanto fatto in oltre sette secoli di vita, dal 1244 ad oggi: una vita che si svolge principalmente per le strade, tra la gente, e nelle ambulanze, più che tra le mura di un palazzo. “Questa nostra Misericordia di Firenze è la più antica d’Italia, a cui per anni tutte le altre hanno fatto riferimento e che ha sempre rappresentato un centro di avanguardia e di innovazione – continua Baronti – Per noi è stato un onore essere contattati dal Provveditore della Confraternita: è stato lui ad avere l’idea di riproporre formula della visita spettacolo, che aveva visto alla Certosa, anche qui alla Misericordia”.

INFORMAZIONI. Una Confraternita che ha una storia da raccontare per ogni malato soccorso, per ogni morto seppellito, perché ogni uomo ha una sua storia da narrare ed i fratelli della Misericordia si sono sempre prodigati per fare in modo di poterle ascoltare…. tutte. Info e prenotazioni (dopo le 14): 333.2284784.

Ultime notizie