Ore 17, al Franchi arrivano la Coppa Italia e il Torino del nuovo allenatore Novellino. La gara, valida per gli ottavi di finale della competizione, è già da dentro o fuori, secondo il nuovo regolamento studiato per rendere più interessante una coppa che, negli ultimi anni, ha perso molto del suo appeal. Chi vince, dunque, continua la corsa, chi perde va a casa.

E Cesare Prandelli carica i suoi: vuol passare il turno anche in Coppa Italia, dopo le recenti vittorie in campionato e la qualificazione in Uefa ottenuta a Bucarest. “Teniamo alla Coppa Italia, è una competizione molto interessante – spiega il tecnico – inizialmente i club snobbano un po’ queste gare, ma quando poi si arriva in fondo tutti i team vorrebbero vincere la Tim Cup. Per arrivare in fondo però bisogna andare avanti, cercando di vincere sin da domani (oggi per chi legge, ndr). Un risultato positivo darebbe continuità alle prestazioni positive che abbiamo espresso nelle ultime giornate”.

Al Franchi arriverà un Toro in crisi? “Troveremo un Torino ferito che vorrà riscattarsi – risponde Prandelli – ad allenare i granata c’è un grande tecnico, Novellino, un amico di cui ho grande stima, Walter da sempre riesce a dare un’impronta alla propria squadra, dovremo stare attenti e concentrati”.

Ma che Fiorentina scenderà in campo? “Montolivo e Frey molto probabilmente non saranno della gara, hanno un problema fisico – dice il mister viola – faremo dei cambi così daremo modo a chi ha avuto meno spazio in questo inizio di stagione di esprimere la voglia e la rabbia che ha dentro. A centrocampo vorrei schierare Melo, Donadel e Almiron”.

Ma della partita non potrà essere Giampaolo Pazzini: durante la notte, infatti, l’attaccante è stato colpito da gastroenterite virale. A comunicarlo è stata la stessa sociatà viola.