Juventus-Fiorentina, atto primo.

LE SFIDE. Domenica, alle 12,30, andrà in scena il primo dei tre scontri ravvicinati tra viola e bianconeri. In programma allo Juventus Stadium c’è la gara di campionato, mentre pochi giorni più tardi, giovedì 13, nello stesso stadio andrà in scena l’andata degli ottavi di finale di Europa League. Il terzo e ultimo incontro si disputerà una settimana più tardi, giovedì 20, questa volta sul terreno amico del Franchi.

CAMPIONATO. Tre sfide attesissime e molto sentite, che sono ormai alle porte. E se forse è impossibile non considerarle “nel complesso”, Montella e i suoi devono ora concentrarsi solo sulla partita di campionato di domenica. E la mente dei tifosi non può non tornare a quel 20 ottobre 2013, il giorno dell’apoteosi viola: la rimonta al Franchi contro una Juventus in vantaggio per 2-0, lo show di Pepito e il 4-2 finale che ha fatto impazzire un’intera città.

ROSSI. Un girone dopo le cose sono diverse, la Fiorentina dovrà fare a meno dell’eroe di allora, Giuseppe Rossi, fermo per un infortunio che ha tenuto i tifosi con il fiato sospeso. Tifosi che però ora sognano un altro sgambetto ai bianconeri: l’appuntamento è domenica alle 12,30. Poi ci si potrà concentrare sull’Europa League.

Verso la triplice sfida: Fiorentina-Juventus, via alla sfida infinita: tre scontri in dieci giorniFiorentina, via alla ”operazione Juventus”: in vendita i biglietti di coppa

All’andata: Apoteosi Viola. Rimonta storica e vittoria sulla Juve Viola, il giorno dopo l’impresa: una città ancora in festa