venerdì, 12 Agosto 2022
HomeSezioniFiorentinaFiorentina ad Empoli per il...

Fiorentina ad Empoli per il derby dell’Arno

Ballottaggio in attacco per i viola

-

Pubblicità

La vittoria sul Milan ha dato nuova fiducia all’ambiente della Fiorentina che sabato (alle 15) affronta, in trasferta, l’Empoli nel derby dell’Arno. È stato lo stesso allenatore Vincenzo Italiano a ricordare come il piazzamento in Europa non è scontato se non si trova continuità. In arrivo, dagli Stati Uniti, il Presidente Rocco Commisso che dovrebbe fermarsi almeno fino a Natale.

“L’Europa non è una parola vietata ma in questo momento i risultati dicono che non riusciamo ancora ad avere continuità. Bisogna trovarla riprendendo a fare punti anche in trasferta. Se riusciremo a essere continui forse potremo aspirare a qualcosa di importante – ha proseguito il tecnico viola – ma bisogna scendere in campo con la mentalità di una squadra che gioca sempre per vincere – ha spiegato Italiano – anche se domani non sarà facile, l’Empoli pur essendo una neopromossa propone un bel calcio, ha una buona classifica e ha saputo superare avversari forti. Dovremo presentarci con umiltà e fare di tutto per creare problemi ai nostri avversari”.

Vlahovic sotto osservazione

Pubblicità

Tra i più attesi Dusan Vlahovic, reduce dalla doppietta ai rossoneri e in testa alla classifica marcatori con 10 reti insieme a Immobile. “Per età, qualità e fame che ha può diventare uno dei più forti – ha affermato l’allenatore viola – però deve continuare come sta facendo. Io gli ricordo sempre gli esempi di Messi e Ronaldo i quali, ogni anno, ripartono con la stessa voglia, con la stessa fame e solo così sono riusciti a stare fra i top per molti anni. Se lui riuscirà a continuare a lavorare così potrà diventare veramente un attaccante di altissimo livello”.

Le probabili formazioni

Proprio in attacco Vincenzo Italiano ha i maggiori dubbi. Accanto a Vlahovic è in dubbio l’impego di Nico Gonzalez subentrato sabato scorso dopo lo stop per Covid. Probabile che l’argentino parta ancora dalla panchina e subentri a gara in corsa: al suo posto uno fra l’ex Saponara e Sottil con Callejon. In difesa rientrano dopo la squalifica Milenkovic e Martinez Quarta. Ancora fermi Nastasic, Pulgar e Dragowski. In porta, dunque, ancora Terracciano mentre Odriozola e Biraghi saranno gli esterni di difesa. Nella linea mediana a tre invece spazio a Bonaventura, Torreira e Duncan, favorito su Castrovilli.

Pubblicità

Andreazzoli non ha problemi di formazione. In difesa, davanti a Vicario, dovrebbero essere riconfermati Romagnoli e Luperto. Torna Stojanovic dal primo minuto e ci potrebbe essere una opportunità per Parisi, in ballottaggio con Marchizza. A centrocampo dovrebbe esserci il ritorno di Ricci in cabina di regia, con Haas e Zurkowski mezzali. Bajrami insidia Henderson ma lo scozzese dovrebbe partire nell’undici titolare. Davanti a Pinamonti all’ultimo minuto verrà scelto uno tra Cutrone e Di Francesco.

Pubblicità

Ultime notizie