martedì, 26 Ottobre 2021
HomeSezioniFiorentinaFiorentina-Cagliari, la partita di Davide...

Fiorentina-Cagliari, la partita di Davide Astori

Domenica in campo nessuna maglia numero 13 (ritirata da entrambe le società), ma sul rettangolo di gioco e sugli spalti tutti ricorderanno il difensore

-

Non sarà una partita come le altre. Non potrà esserlo. Perché anche se lui non sarà in campo, là dove tutti avrebbero voluto vederlo, sarà comunque nella mente e nel cuore di tutti. Sul rettangolo di gioco come sugli spalti.

Fiorentina-Cagliari, in programma domenica 21 ottobre alle 18 al Franchi, sarà la “sua” partita. Quella tra le squadre in cui lui, Davide Astori, ha disputato più partite. Sono state 179 quelle giocate con la casacca dei sardi, con cui il 14 settembre 2008, a 21 anni, ha esordito in serie A. La prima di una serie di gare che l'hanno portato a vestire anche la maglia della Nazionale maggiore e, dopo una parentesi alla Roma, quella della Fiorentina.

È l'estate del 2015 quando il difensore, nato a San Giovanni Bianco (Bg) il 7 gennaio 1987, passa alla Fiorentina, di cui diventa capitano dalla stagione 2017-18 e con cui supera quota 100 presenze. Una storia d'amore, con Firenze e la Fiorentina, bruscamente interrotta nella tragica notte del 4 marzo scorso, quando viene ritrovato senza vita in un albergo di Udine, dove la squadra viola era in ritiro in vista della partita contro i bianconeri friulani.

E domenica, quando Fiorentina e Cagliari si ritroveranno di fronte per la nona giornata della serie A 2018/19, il pensiero di tutti non potrà che essere per lui, Davide Astori, che non potrà salutare i suoi vecchi compagni e guidare la sua squadra dal centro della difesa, ma che sarà ricordato da tutti, in campo e sugli spalti, in una partita che non sarà, e non potrà essere, come tutte le altre.

Una partita in cui sulle spalle dei giocatori in campo mancherà la maglia numero 13, la sua maglia: sia Fiorentina che Cagliari hanno deciso di ritirarla.

Ultime notizie