venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaIncubo viola. Anche il Cagliari...

Incubo viola. Anche il Cagliari vince al Franchi

Terza sconfitta consecutiva in campionato per la Fiorentina. Anche il Cagliari “sbanca” l’Artemio Franchi. Blocco totale dei viola quando giocano in serie A. Primo gol di Gilardino, ma il protagonista della serata è il giocatore dei sardi Cop

-

Avvilente sconfitta della Fiorentina all’Artemio Franchi contro il Cagliari del neo allenatore Gianluca Festa. Squadra pasticciona, senza testa e confusionaria. Neanche lontana parente di quella vista giovedì scorso contro la Dinamo Kiev, i ragazzi di Montella si presentano contro un Cagliari a caccia di punti salvezza deconcentrati e sbagliano molto sia in difesa che in attacco. Tantissimi fischi dagli spalti dell’Artemio Franchi per una squadra che, in campionato, sta gettando al vento tutta una stagione. In vista della trasferta di mercoledì allo Juventus Stadium Montella fa riposare Gomez e schiera Gilardino supportato da Salah e Diamanti. In difesa Gonzalo va in panchina con Basanta e Savic difensori centrali, a centrocampo Pizarro titolare con Borja Valero e Badelj. Festa per il Cagliari punta su un attacco rapido composto da Cop, Farias e Mpoku.

 

Primo tempo

 

L’incubo viola inizia dopo pochi minuti di gioco. Il Cagliari approfitta di una Fiorentina subito moscia e imprecisa. I giocatori di Montella concedono molto in difesa e non impensieriscono Brkic in fase di attacco. Al 7’ il vantaggio degli isolani. Cross rasoterra di Farias dal fondo e Cop che mette in rete da pochi passi a porta vuota. Passano 10 minuti ed il Cagliari si mostra nuovamente pericoloso con Cop che serve Farias che aggira Savic e calcia, Tomovic riesce a togliere il pallone dalla porta. Al 23’ primo pericolo viola con un colpo di testa di Salah su cross di Pasqual. Al 33’ è ancora Pasqual a pennellare un buon pallone per Gilardino che però gira fuori. Al 40’ Pizarro dal limite conquista solo un corner dopo un tiro dalla distanza. Si va al riposo col Cagliari avanti 1-0.

 

Secondo tempo

 

Montella toglie un evanescente Diamanti e prova la carta Vargas. Al 54’ cross dalla sinistra del nuovo entrato che Gilardino gira di testa ma Brkic para facilmente. Passano 5 minuti ed il Cagliari raddoppia. Cop riesce a entrare in area di rigore, prima mette a sedere Savic e poi calcia sul secondo palo battendo nuovamente Neto. Al 18’ il Cagliari tenta il terzo gol ma la conclusione, ancora di Cop, viene bloccata da Savic. Al 74’ Gilardino segna il suo primo gol dopo l’arrivo nel mercato di gennaio. L’attaccante viola ribadisce in rete un tiro cross di Vargas. All’83’ angolo per la Fiorentina con Joaquin che la mette in mezzo trovando lo stacco di Gomez. Il tedesco però colpisce malissimo e la manda fuori. Dopo tre minuti Gomez riceve un cross in area dalla destra e fa da sponda per Gilardino che però è in ritardo e manca la sfera. Il Cagliari chiude la gara al 92’ con Farias che salta Tomovic che scivola e cade. L’attaccante si accentra in area di rigore e piazza l’1-3 con un tiro rasoterra sul secondo palo.

 

L’allenatore

 

Montella striglia la squadra a fine gara. “Non abbiamo fatto una buonissima partita. Non mi è piaciuta la squadra perché non abbiamo recuperato energie nervose dopo giovedì: ho visto una squadra disorganizzata ma non disunita, e questa è anche colpa mia. In questo momento di campionato non dobbiamo farci fuorviare ed essere sempre uniti. Sull’accusa che pensiamo solo all’Europa League risponde che se così fosse sarebbe un grave errore da parte di tutti, ma forse inconsciamente è così. Dobbiamo rimboccarci le maniche – conclude Montella – e lottare per riconquistare l’Europa. I fischi ce li prendiamo tutti, non possiamo sottrarci dai fischi: dobbiamo abbassare la testa ed accettarli, li meritiamo: non possiamo pretendere di non subirli”.

Ultime notizie