martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaI partiti per le elezioni...

I partiti per le elezioni europee 2024: i simboli ammessi

Tutti i contrassegni ammessi dal Ministero dell'Interno. Intanto si attende la verifica delle firme per capire quali di queste formazioni arriveranno effettivamente sulla scheda elettorale

-

- Pubblicità -

In vista delle elezioni europee 2024 sono 33 i simboli di partiti e liste ammessi, ma per arrivare effettivamente sulla scheda con i propri candidati le varie formazioni politiche devono aver raccolto le 15.000 firme necessarie. Il governo ha negato la diminuzione di questa soglia, chiesta dalle formazioni minori che hanno annunciato ricorsi. Al momento il Ministero dell’Interno sta verificando le firme presentate lo scorso 3 maggio dopodiché ufficializzerà i nomi dei candidati.

Non ci sono coalizioni: si vota con il proporzionale

Le elezioni europee per scegliere i 76 rappresentanti dell’Italia nell’Europarlamento sono basate sul sistema proporzionale, con una soglia di sbarramento al 4%: si vota la singola lista (non esistono coalizioni) e si possono dare al massimo 3 preferenze, purché i candidati siano di genere diverso. Nella maggior parte dei casi i big corrono con i propri simboli, come Pd, Fratelli d’Italia, Movimento 5 Stelle, Alleanza Verdi e Sinistra, Lega, ma ci sono anche partiti che hanno deciso di allearsi e formare una lista unica per puntare a superare lo sbarramento del 4%.

- Pubblicità -

È il caso Italia Viva, +Europa e Radicali, che insieme ad altre realtà hanno dato vita alla lista “Stati Uniti d’Europa”. Così anche Azione di Calenda (Siamo Europei) ha siglato un accordo con diversi soggetti, tra cui il Movimento Repubblicano Europeo, mentre la lista di Cateno De Luca, sindaco di Taormina e leader di Sud chiama Nord conta ben 19 formazioni che lo sostengono, tutte insieme nella lista Libertà. Forza Italia e Noi Moderati hanno scelto il tandem, come anche Italexit e Partito Animalista.

Alternativa Popolare, Forza Nuova, Partito Comunista Italiano e Unione di Centro, Indipendenza di Gianni Alemanno e Pace Terra Dignità di Michele Santoro corrono invece da soli. Ma ci sono anche contrassegni più “curiosi”, come quello del Sacro romano impero cattolico (partito monarchico e religioso che esiste da oltre 30 anni per idea di Mirella Cece), di Italia Reale (anche questa formazione si rifa ai monarchici) e due simboli che si rifanno allo stesso concetto, il Partito Pirata Italiano e i Pirati.

- Pubblicità -

I simboli dei partiti ammessi per le elezioni europee 2024 (in attesa dei candidati)

Ecco i partiti, i movimenti e le formazioni che hanno presentato i loro simboli per le elezioni europee in tutte e 5 le circoscrizioni italiane, in attesa della conferma dei candidati:

  • Alleanza Verdi e Sinistra
  • Alternativa Popolare (Partito Popolare Europeo)
  • Azione – Siamo Europei (Azione di Calenda, Movimento Repubblicani Europei
  • Base Popolare
  • Democrazia Sovrana Popolare
  • Esseritari
  • Forza Italia – Noi Moderati – PPE
  • Forza Nuova
  • Fratelli d’Italia
  • Italia dei Diritti – De Pierro
  • Italia Moderata
  • Italia Reale – AEMN
  • Lega Salvini Premier
  • Libertà – Cateno De Luca
  • Movimento 5 Stelle
  • Movimento Indipendenza
  • Nuova Italia
  • Pace Terrra Dignità (Michele Santoro e Raniero La Valle)
  • Partito Animalista – Italexit per l’Italia
  • Partito Comunista Italiano
  • Partito Cristiano Sociale
  • Partito Democratico
  • Partito Pirata Italiano
  • Pensioni e Lavoro – Riveglio Europeo
  • Pirati
  • Referendum e Democrazia con Cappato
  • Sacro Romano Impero Cattolico
  • Stati Uniti d’Europa (Italia Viva, +Europa, PSI, Radicali e altri)
  • Unione di Centro (UDC)
  • Orgueil Valdôtain (solo circoscrizione Italia Nord Occidentale)
  • Rassemblement Valdôtain (solo circoscrizione Italia Nord Occidentale)
  • Südtiroler Volkspartei – SVP (solo circoscrizione Italia Nord Orientale)
  • Unione Cattolica Italiana (solo circoscrizione Italia centrale)

Tutti i documenti sulle liste e sui candidati per le elezioni europee 2024 si trovano sul sito del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -