Tanto agonismo e poche emozioni per questo Fiorentina-Juventus che si è concluso con un pareggio a reti inviolate. Un punto che fa comodo ai bianconeri che mantengono la testa della classifica ed un punto per i viola che rimangono a ridosso della zona Europa allungando a tre la striscia dei risultati positivi in serie A. Poco divertimento: gara noiosa ed a tratti anche nervosa dove i muscoli la fanno da padrona. Alla fine i viola recriminano per un rigore di Chiellini su Gomez nel primo tempo, mentre i bianconeri fanno altrettanto per un tocco in area di Pizarro su cross di Pogba al 94’. La Juventus ha Tevez in panchina. Allegri preferisce Coman a Morata per affiancare Llorente in attacco. Montella non cambia nulla rispetto alla formazione vincente di Cagliari e schiera nuovamente il 3-5-2 con Cuadrado e Gomez in attacco e Joaquin-Alonso sulle fasce.

 

Primo tempo

 

Poco gioco, soprattutto da parte della Juventus, e tanto nervosismo fin dai primi minuti di gioco. I viola provano a costruire ma senza essere mai determinanti. Al 14’ si fanno vedere i bianconeri. Colpo di testa di Chiellini sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma Gomez riesce ad allontanare la sfera dalla linea della porta. Al 20’ il pallone sbatte  sulla mano di Chiellini in area, l’arbitro Rizzoli sorvola. Al 25’ ci prova Cuadrado ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 39’ punizione dei viola con Gonzalo che serve Borja Valero che però non inquadra la porta. Si va al riposo sullo 0-0.

 

Secondo tempo

 

Ripresa sulla falsariga del primo tempo. Al 48’ la Juve in avanti con Pogba che serve Evra ma Neto respinge con i pugni. Al 64’ Pirlo tira in porta ma colpisce Pogba e la Fiorentina può ripartire. Passano due minuti e c’è una punizione che batte Mati Fernandez. Respinge Llorente ma Cuadrado tira fortissimo e Buffon para in tuffo. Entra anche Babacar che ci prova al 70’ ma la palla è troppo alta. Probabilmente la paura di perdere ha avuto la meglio. In 90’ una parata di Neto, una di Buffon. Finisce 0-0 una brutta gara tra Fiorentina e Juve.

 

L’allenatore

 

Comunque soddisfatto Montella. “Sapevamo che avremmo affrontato una squadra fortissima sotto ogni aspetto. Nella fisicità dovevamo fare qualcosa di più e ce l’abbiamo fatta nonostante avessimo un po’ finito le risorse a metà del secondo tempo. Penso che sia una continuità breve, ma finalmente c’è. Oltre al punto – continua Montella – non abbiamo subito reti contro una macchina da gol, siamo stati in partita e organizzati. Le dimensioni del nostro campionato si potranno avere nelle prossime due partite di Serie A di qui a Natale. Oggi abbiamo concesso veramente pochissimo difendendo molto alti e con tutte le unità, compresi i vari Gomez, Cuadrado e Joaquin. Mati Fernandez ha fatto un’ottima partita, ma faccio molta fatica a trovare qualcuno che mi ha deluso”.